Israele? Faro di civiltà! (e venti Risoluzioni Onu contro Israele…)

0

Dal discorso di Netanyahu alle Nazioni Unite

“Il processo di pace è iniziato più di due decenni ma nonostante gli sforzi di sei primi ministri israeliani, Rabin, Peres, Barak, Sharon, Olmert e il sottoscritto, i palestinesi continuano a rifiutarsi di arrivare a una pace finale con Israele e porre fine al conflitto. Avete sentito l’intransigente rifiuto dei palestinesi ripetuto ancora una volta proprio qui, ieri, dal presidente Abu Mazen. Come può Israele fare la pace con un partner palestinese che si rifiuta persino di sedersi al tavolo dei negoziati? Abu Mazen la smetta di diffondere menzogne circa il Monte del Tempio, dove Israele è impegnato a preservare lo status quo. In una regione afflitta da violenze e intolleranze inimmaginabili in cui fanatici islamisti stanno distruggendo gli antichi tesori della civiltà, Israele spicca come un faro di civiltà e tolleranza. Lungi dal mettere in pericolo i luoghi sacri, è Israele che garantisce la loro sicurezza.
Le Nazioni Unite dovrebbero finalmente liberarsi dell’ossessivo dare addosso a Israele. In quattro anni di orribili massacri in Siria, hanno perso la vita più di 250mila persone: sono dieci volte di più del totale di israeliani e palestinesi che hanno perso la vita in un secolo di conflitto tra di noi. Eppure l’anno scorso questa Assemblea ha approvato 20 risoluzioni contro Israele e una sola sulla carneficina in Siria. Contatele: venti! A proposito di sproporzione.”

Assemblea Generale delle Nazioni unite, 3 ottobre 2015

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.