Israele, i suoi migranti africani e la bufala del mandarli in Italia

260

 

Netanyahu, tra una sparatoria su Gaza e l’altra, annuncia l’invio di immigrati eritrei e sudanesi in Canada ed Europa, Italia compresa, poi fa marcia indietro: ‘non indicavo Stati specifici, erano solo degli esempi’
– Una giornata di annunci ufficiali e smentite. Rettifiche e fraintendimenti.
– Un piccolo giallo, o forse un semplice pasticcio tra Israele, Italia e Onu.
– Certamente una bufala di Netanyahu

 

Netanyahu le spara grosse

Il governo di Benjamin Netanyahu e il destino di 16.250 migranti africani:
annullata la deportazione in Africa dello Stato ebraico e siglato accordo affinché Italia, Germania e Canada li accolgano. Così recitava un comunicato del governo di Tel Aviv.
Ma era un bluff, una gaffe. Una bufala.
Ma sia Italia che Germania negano che esistano patti. Esplodono polemiche e proteste diplomatiche, e dagli uffici del premier israeliano precisano:
“L’Italia era solo un esempio, il primo ministro non intendeva in modo specifico quel paese”.
E alla fine il piano di trasferimento dei migranti in Israele viene ufficialmente sospeso.

L’Italia non ne sapeva nulla

Al Viminale il ministro Marco Minniti, in serata, ha smentito Netanyahu. La versione definitiva di una vicenda persino grottesca è questa: vi è un accordo, in effetti, ma è tra il governo di Tel Aviv e l’Unhcr (Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati). L’Unhcr lancerà un appello per individuare le adesioni di “Paesi volontari” ad accogliere i migranti. Ma nessun Paese è stato menzionato. Insomma un ballon d’essai. Israele ha annullato a sorpresa l’espulsione verso il Ruanda e l’Uganda di migliaia di migranti eritrei e sudanesi, che avrebbe dovuto iniziare già nei prossimi giorni ma che era stata bloccata dalla Corte Suprema.
Nel frattempo, il governo ha annunciato di aver raggiunto con l’Alto commissariato dell’Onu per i rifugiati «un’intesa senza precedenti» in base a cui i 16.250 migranti saranno estradati gradualmente verso Paesi occidentali. I primi 6mila nel primo anno. Lo stesso Netanyahu, illustrando l’accordo, ha precisato che i migranti si sarebbero “reinsediati” in particolare in Italia, Germania e Canada.

Netanyahu racconta balle

In Italia tra i ministeri interessati, Interno e Farnesina, dopo la sorpresa iniziale, la necessità di sottolineare subito come non ci sia allo stato alcun accordo con Israele. Non c’è mai stato ed è improbabile che e mai ci sarà, vista la diffusa presenza di immigrati sul nostro territorio. Smentita anche dal ministero Esteri: «nessun accordo con l’Italia nel patto bilaterale tra Israele e l’Unhcr per la ricollocazione, in cinque anni, dei migranti che vanno in Israele dall’Africa e che Israele si è impegnata a non respingere».
Le intese raggiunte e annunciate, si sottolinea in Italia, sono esclusive dell’accordo tra Netanyahu e l’Alto commissario Onu per i rifugiati. Sarà poi quest’ultimo, l’Unhacr, a lanciare un appello internazionale per invitare gli Stati a farsi carico di accogliere i migranti eritrei e sudanesi in uscita da Israele.

Problemi interni israeliani

Ultradestra israeliane e partiti religiosi al governo, in crisi, Netanyahu travolto dalle accuse di corruzione con minaccia di carcere. Tensioni politiche e durezze, su Gaza i 17 morti dei giorni scorsi, e prova di forza sui migranti dall’Africa. Un primo progetto che le autorità israeliane aveva definito “piano di rimpatri volontari” aveva suscitato l’indignazione delle organizzazioni per i diritti umani e manifestazioni di protesta in Israele. Prevedeva che a ogni richiedente asilo eritreo e somalo che avesse accettato di andar via venissero dati 3.500 dollari e un biglietto aereo per il Paese d’origine o non meglio precisati Paesi terzi con cui lo Stato ebraico aveva raggiunto un accordo (si era parlato di Ruanda e Uganda, che avevano negato).
Poi la bufala di Benjamin Netanyahu precipita in Italia nella sonnolenza del pomeriggio di Pasquetta..

 

 

Israele, i suoi migranti africani e la bufala del mandarli in Italia

https://www.remocontro.it/2018/04/03/israele-suoi-migranti-africani-la-bufala-mandarli-italia/

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.