Israele non può essere criticato, grazie alla narrativa hasbarica sul vittimismo ebraico

0
306

Articolo pubblicato originariamente su MondoWeiss

Tradotto in italiano su Frammenti Vocali

Il mio lavoro è incentrato sulla cultura hasbarica : la costruzione sociale della realtà alternativa incentrata sulla vittimizzazione del popolo ebraico che ha poco a che fare con il mondo reale.  Le  idee della cultura hasbara sono astoriche, ma i suoi concetti e discorsi sull’odio ebraico sono ora saggezza convenzionale nella cultura politica ebraica e americana. Ciò ha avuto una miriade di conseguenze disastrose per il mondo in cui viviamo.

ANTISEMITI DI SINISTRA E DI DESTRA SECONDO IL VIDEO DI YAIR ROSENBERG CHE SPIEGA LA PERSISTENZA DELL’ANTISEMITISMO NELLA STORIA. L’ANTISEMITISMO DI SINISTRA È SEMPRE ASSOCIATO ALLE CRITICHE A ISRAELE. SCREENSHOT.

Hasbara è la parola israeliana per propaganda e la cultura hasbara sostiene che l’antisemitismo è un odio unico e specifico  ed è situato in una categoria diversa dagli altri odi.  guardiani della narrativa del vittimismo fanno tutto il necessario per continuare a mantenere questa prospettiva.

Jeffrey Goldberg ha affermato perfettamente la prospettiva della cultura hasbara sull’antisemitismo “eterno” in un editoriale del NYT del 2009 su “Israel’s Fears”.

 L’antisemitismo è un odio sui generis , mutevole, impermeabile alla logica ed eterno.

È impossibile comprendere il mondo di oggi senza prima comprendere la grande lotta della cultura hasbara contro questo “odio sui generis”. I proseliti della cultura Hasbara indicano gli eventi della storia ebraica per trasmettere  questa convinzione :  il mondo intero è ed stato sempre ossessionato  dall’idea di  far scomparire gli  ebrei  ed ora lo  stato ebraico.

La prospettiva del vittimismo di Yair Rosenberg non è un riflesso del mondo reale. Come ho mostrato nel mio ultimo articolo.  Gli esseri umani, i loro pensieri e motivazioni individuali non sono ciò che la cultura hasbara usa per interpretare il mondo. I sostenitori della cultura Hasbara sono alla costante ricerca di quel “significato più ampio”.

Nel suo video ” Beyond left and right “, Yair Rosenberg sostiene che l’antisemitismo continua a prosperare oggi perché gli uomini di destra e di sinistra tendono a controllare il pregiudizio antiebraico solo quando proviene dai loro nemici politici.

“È molto più difficile parlare quando il pregiudizio viene dai tuoi amici e alleati.”  Conseguentemente la destra e la sinistra  non condannano i propri antisemiti .

L’ eterna innocenza

Nell’immaginario della cultura hasbara, quello che gli storici chiamano “essere antisemita” perseguita costantemente gli ebrei. E quindi gli ebrei hanno bisogno di protezione. Questo è il ruolo e il dovere che i giornalisti della cultura hasbara si sono assunti. E poiché ,secondo la cultura hasbara, il popolo ebraico  e  ora Israele sono vittime eterne,  conseguentemente diventano eternamente innocenti.

Il risultato di questa innocenza “fuori dalla storia” è che qualsiasi odio e razzismo emanato dalla comunità ebraica diventa “comprensibile”. Secondo Rosenberg, l’estremismo di destra di Regev è comprensibile a causa dei tweet antisemiti che ha scoperto su Twitter.

Un’intera generazione di giornalisti della cultura hasbara ha intimidito il mondo reale con questa prospettiva di vittimismo: . L ‘eterno antisemitismo rende comprensibile tutto ciò che Israele e i suoi sostenitori dicono. Peter Beinart è  il giornalista ebreo più influente senza una prospettiva vittimistica. In questo consiste la sua importanza culturale

Vittimismo e politica estera

Il discorso sulla politica estera è pieno di esempi di come la prospettiva del vittimismo modella il mondo. In che modo Bret Stephens ha spiegato ai lettori del New York Times perché sembrava che Israele stesse per annettere i territori? Ha  sottolineato che la mano di Netanyahu è stata forzata dai critici globali di Israele

Naturalmente, secondo la prospettiva vittimistica di Stephens, l’annessione dei territori è “comprensibile”. Questa prospettiva di vittimismo ha reso legittimo tutto ciò che Netanyahu ha fatto.   Il lungo regno di Netanyahu non può essere compreso senza considerare la protezione culturale fornita da questi giornalisti ebrei.

Hasbara e linguaggio

Diamo un’occhiata ad alcune azioni “comprensibili” degli israeliani. Secondo la cultura hasbara è comprensibile che gli ebrei israeliani linciano gli arabi. Basta leggere la rubrica del 2012 di Jeffrey Goldberg A Near-Lynching in Jerusalem, dove accusa la giornalista del NYT Isabel Kershner di aver etichettato un’imboscata ebraica contro un arabo un “linciaggio”. Ancora una volta secondo la cultura hasbara l’attacco agli arabi innocenti è comprensibile.

Nota il sottotesto: dopo tutto questi ebrei provengono da quartieri poveri e molti di loro sono discendenti di ebrei fuggiti, o espulsi, dai paesi arabi. Quindi la loro vendetta è naturale.

Hasbara ed eterna innocenza di Israele

La visione della cultura Hasbara dell’innocenza di Israele di fronte all’eterno antisemitismo è il motivo per cui Rosenberg e altri combattenti dell’odio sono rimasti in silenzio mentre l’odio degli anni ’30 si ripeteva di fronte al mondo intero.  Il loro discorso sul vittimismo ha portato alla totale impunità e immunità per Benjamin Netanyahu.     Secondo la prospettiva del vittimismo, Netanyahu si trova in una “posizione difficile” nel tentativo di proteggere Israele. Tutto ciò che Netanyahu ha fatto è diventato “comprensibile” e nessuno lo sa meglio di Netanyahu. Come ho sostenuto, quello era il segreto del suo successo. Dal punto  di vista del vittimismo ebraico non si può biasimare Israele per nulla.

Non si può criticare Israele

Come mai? Perché essere troppo duri con Israele “potenzia” gli antisemiti e aumenta il rischio della distruzione di Israele.  La cultura Hasbara rifiuta di accettare che le persone di buona volontà possano guardare Israele e vedere l’apartheid. Riguarda sempre gli ebrei.

È davvero così? Quelli di noi che vivono nel mondo reale sanno che sono stati Sheldon Adelson e il denaro della cultura hasbara a dettare la politica di Trump su Israele, per non parlare della costante pressione di suo genero a sostegno di Israele. Questo è un altro esempio dell’eliminazione dalla storia di Israele e del popolo ebraico di cui ho scritto nel mio ultimo articolo .

Allora perché la cultura hasbara pensa che così tanti ce l’abbiano e ce l’avranno sempre per gli ebrei? O come dice Bari Weiss , “Tutti odiano gli ebrei”. La risposta è  data da questa affermazione :gli ebrei sono migliori degli altri. Yair Rosenberg descrive quanto sia eccezionale il popolo ebraico  Così due anni fa Bari Weiss lo disse a Jake Tapper al 92d Street Y:   “La nostra particolarità è francamente il motivo per cui facciamo impazzire ancora le persone”.

L’etnocentrismo visto in questo articolo ha devastato la cultura politica ebraica. Non  c’è lotta ebraica più grande che screditare questa prospettiva vittimistica della cultura hasbara.

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.