ISRAELE, Patriarcato latino: ondata anticristiana da parte di ebrei religiosi

0
213

30 apr 2014

Domenica scorsa in una giornata significativa per i cattolici con la canonizzazione a Roma di due papi, in Galilea si sono registrati gravi atti di vandalismo compiuti da israeliani ebrei contro siti cristiani. La denuncia è del Patriarcato latino di Gerusalemme.

immagine1

Il sito religioso di Taghba, sul Lago di Tiberiade

della redazione

Gerusalemme, 30 aprile 2014, Nena News – Gli Ordinari Cattolici di Terra Santa in un comunicato diffuso oggi riferiscono e condannano con grande preoccupazione  tre atti  di vandalismo e di profanazione rivolti contro i cristiani in Galilea avvenuti il 27 aprile 2014, in una  giornata, sottolineano, “assai significativa” per la Chiesa universale e locale, per la canonizzazione di due papi e ad un mese dalla visita di papa Francesco in Terra Santa.

A Tabgha sul lago di Tiberiade, un luogo santo custodito dai padri benedettini, domenica scrosa verso mezzogiorno, una dozzina di giovani, tra i 13 e i 15 anni, vestiti come gli “ebrei religiosi  ortodossi” e provenienti dalla “fonte di Giobbe”, ha lanciato pietre con violenza contro la grande croce  situata accanto all’altare e contro la croce dell’altare. Un pellegrino lituano, che pregava sul luogo, è  intervenuto chiedendo «Perché?». Sono allora fuggiti spostandosi un po’ più lontano, nel luogo dove si  trova una grande croce fatta di grosse pietre incastonate nel terreno. I giovani hanno sradicato due  pietre per smantellare la croce e le hanno gettate violentemente in acqua. Dopo, si sono diretti ancora  più in là, verso il convento delle monache benedettine. Hanno sottratto con forza la croce dell’altare e lo  hanno imbrattato di fango. Hanno rovesciato banchi e sedie sulla spiaggia, dopo aver disegnato la stella  di David. Prima di fuggire, i giovani hanno lanciato pietre e sputi a una donna ospitata nel convento,  ingiuriandola.

Sempre domenica scorsa, prosegue il comunicato, una lettera di minacce è arrivata al Vicariato patriarcale di Nazareth, firmata da un rabbino della zona. La lettera conteneva affermazioni della Torah e della tradizione  halakhita: «contro il lavoro straniero in terra di Israele, che è terra santa», e «i cristiani sono lavoratori  stranieri».  avuto luogo l’assalto contro la chiesa ortodossa di Al-Bassah,  nel nord-ovest di Israele durante un battesimo, già riportato dalla stampa locale.

I cristiani della Galilea, insieme all’Assemblea degli Ordinari hanno chiesto alle autorità civili e alle forze di polizia di reagire prontamente con l’arresto dei  responsabili.
Questo comunicato segue le proteste delle Chiese per lo scarso numero di permessi che le autorità israeliane hanno concesso in occasione della passata Pasqua ai palestinesi cristiani residenti in Cisgiordania. Nena News

– See more at: http://nena-news.it/israele-patriarcato-latino-ondata-anticristiana-da-parte-degli-ebrei-religiosi/#sthash.CAvBde2r.dpuf

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.