ISRAELE SABOTA I COLLOQUI DI CESSATE IL FUOCO – di Richard Silverstein

0

novembre 12, 2018

 

Sintesi personale

. : שיפה : הקצין הבכיר שנהרג בעזה הוא סגן מפקד סיירת מטכ”ל, סא”ל מחמוד ח’יר א-דין מהכפר חורפיש

Oggi, i commandos dell’IDF hanno invaso Gaza in un raid notturno e ucciso sette membri di Hamas, compreso il comandante responsabile del sistema di difesa del tunnel. Secondo varie fonti dei media il raid è stato scoperto e i militanti palestinesi hanno combattuto ferocemente. Per liberare le forze dell’IDF gli israeliani hanno dovuto attuare massicci attacchi con droni e aerei

Il censore militare israeliano ha proibito ai media nazionali di nominare il militare ucciso, ma una fonte israeliana mi ha informato che è il tenente colonnello Mahmoud Kheireddine del villaggio druso di Hurfeish. Un altro ufficiale ferito è di I sfiya. Kheireddine era vice comandante dell’unità. Data la morte di un ufficiale dell’IDF di così alto rango, qualcosa è andato terribilmente storto in questa missione.

In risposta, Hamas ha lanciato missili nel sud di Israele e ha spinto centinaia di migliaia di persone nei rifugi antiaerei. Ancora una volta, proprio mentre entrambe le parti pensavano di poter essere vicine a un cessate il fuoco e / o a uno scambio di prigionieri, Israele ha garantito una nuova escalation, se non la guerra, contro Gaza.

Un ex generale dell’IDF ha suggerito che il raid non è stato un tentativo di assassinio, ma un tentativo di catturare il comandante di Hamas:

Maj. Gen. (res.) Tal Russo, un ex comandante del comando meridionale dell’IDF, ha dichiarato che l’operazione è stata probabilmente una missione andata male, piuttosto che un assassinio.
“Abbiamo altri modi per assassinare le persone e sappiamo come farlo in modo molto più elegante”, ha detto Russo a Channel 10.
Il generale in pensione, che fino a poco tempo fa era responsabile delle missioni dell’IDF all’estero, ha anche riferito alla radio dell’esercito che Baraka è stato probabilmente ucciso mentre si cercava di liberare i soldati delle forze speciali.

Non si è mai sentito che l’IDF entri a Gaza per rapire un comandante di Hamas. Ci sono stati molti se non centinaia di omicidi da parte delle forze israeliane di membri militari. Quindi  è probabile  che Russo stia cercando di deviare la rabbia palestinese suggerendo che Israele non aveva intenzione di uccidere il leader militare di Hamas. L’altra possibilità è che negli attuali negoziati per uno scambio di prigionieri, gli israeliani avrebbero cercato di migliorare la loro posizione negoziale catturando un comandante e usandolo come moneta di scambio per ottenere condizioni favorevoli per un accordo. 

L’assoluta ipocrisia dell’approccio israeliano può essere vista nel permesso di Bibi Netanyahu al Qatar affinchèjconsegni $ 15 milioni a Gaza per pagare gli impiegati che non hanno ricevuto stipendi in mesi. Lo stato del Golfo ha fornito carburante israeliano organizzandone la consegna alla centrale elettrica di Gaza, in modo che l’elettricità e la fornitura di acqua possano aumentare da quattro ore al giorno a dodici. Nel bel mezzo di questa momentanea tregua, Netanyahu ha persino annunciato di essere contrario alle “guerre inutili”, quindi, non vedeva alcun motivo per attaccare Gaza. 

Forse stava deliberatamente cercando di convincere i palestinesi ad abbassare la guardia; oppure non sapeva cosa avesse programmato il suo apparato di intelligence militare. È anche possibile che sia stato informato sul raid e l’abbia approvato credendo che avesse un grado di successo più alto di quello che ha avuto. Comunque il raid ha avuto luogo quando Netanyahu era in visita a Parigi per il 100° anniversario della fine della prima guerra mondiale.  Netanyahu sicuramente sperava di incontrare vari leader come Putin e Trump (tra gli altri) per promuovere gli interessi israeliani. Nel mezzo di questa diplomazia internazionale, Netanyahu scopre che l’inferno si è scatenato in casa ed è costretto a tornare a casa per affrontare la prospettiva di una nuova guerra a Gaza. 

In assenza di Netanyahu il ministro della difesa Avigdor Lieberman stava essenzialmente conducendo lo spettacolo. Avrebbe dato l’ordine di eseguire il raid fallito. Il ministro della difesa non ha fatto mistero della sua opposizione all’ammorbidimento dell’assedio israeliano a Gaza. Ha sostenuto una linea molto più aggressiva. Lieberman ha aspettato che Netanyahu lasciasse la città per metterlo in imbarazzo con questa grave escalation militare? 

Aggiungete a ciò che numerose fonti israeliane  hanno previsto che il primo ministro indirà nuove elezioni nelle prossime settimane. I venti politici sono propizi; non c’è opposizione organizzata; anche se gli israeliani sono sempre più stanchi di Netanyahu, non c’è alcuna rivolta nelle sue fila per minacciarlo. Tutto questo fa ben sperare per nuove elezioni.

Netanyahu era così sicuro della sua posizione da non aver bisogno di un’altra avventura militare come Operation Protective Edge per sigillare il suo successo elettorale, ma ora tutte le scommesse sono aperte. O Netanyahu voleva questa scusa per andare in guerra  o non si aspettava il raid o il suo fallimento. Nel 2014, il 95% degli israeliani ha sostenuto la guerra. Se c’è una nuova serie di ostilità, il premier ritiene senza dubbio di poter guidare a una maggioranza ancora maggiore.

Infine, questa incursione abortiva dimostra ancora una volta che la parola di Israele non vale niente quando si tratta di accordi, siano essi trattati di pace o di cessate il fuoco.

Non aderisce Israele a nessun principio se non al puro interesse personale definito nei termini più cinici. Se ha l’opportunità di uccidere un comandante militare leader, lo farà indipendentemente dalle conseguenze, indipendentemente dagli sforzi compiuti da alleati come l’Egitto per far avanzare un cessate il fuoco israeliano-Hamas.

L’Egitto era riuscito a persuadere Hamas ad attenuare le proteste settimanali della Grande Marcia di Ritorno. Israele ed Egitto hanno annunciato che avrebbero riaperto alcuni valichi di frontiera e permesso un maggiore flusso di merci nell’enclave affamata. La donazione del Qatar ha offerto un miglioramento della qualità della vita per i residenti che hanno sopportato anni di privazioni. Il Qatar e Israele hanno annunciato un piano preliminare per una rotta marittima tra Cipro e Gaza per consentire un aumento degli scambi con l’Europa.

Ora tutto ciò viene spazzato via in un istante.

La domanda è: Israele lo ha fatto deliberatamente con l’intenzione di distruggere la pausa pacifica o ha calcolato male in base a giudizi errati da parte della sua intelligenza e della sua leadership militare?

 

Israele sabota i colloqui di cessate il fuoco – di Richard Silverstein

https://frammentivocalimo.blogspot.com/2018/11/richard-silverstein-israele-sabota-i.html

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.