Israele/Anp:Kerry vuole accordo quadro a gennaio

Il segretario di stato insiste per un primo accordo tra le due parti e proporra’ lo slittamento a fine 2014 della firma di una intesa definitiva alla quale, pero’, nessuno crede.

adminSito
giovedì 2 gennaio 2014 09:02

immagine1

della redazione 

Gerusalemme, 2 gennaio 2014, Nena News – Nuova missione in Medio Oriente per John Kerry. Il segretario di stato americano torna oggi a Gerusalemme per un’ulteriore spola tra il premier israeliano Netanyahu e il presidente palestinese Mahmoud Abbas durante la quale – secondo le anticipazioni della stampa – sottoporrà alle due parti la bozza di un ‘accordo quadro’ da sottoscrivere già questo mese, per porre le basi per ulteriori negoziati oltre la scadenza di aprile.

Secondo i giornali locali la data limite per l’eventuale raggiungimento di un accordo israelo-palestinese sarà spostata alla fine del 2014.

Pur non essendo vincolante, il documento di Kerry fissa i punti di un possibile accordo sui maggiori nodi del conflitto: i confini dello futuro Stato di Palestina, le colonie israeliane, il destino dei profughi palestinesi, lo status di Gerusalemme.

Kerry vedra’ oggi Netanyahu e domani Abbas a Ramallah.

Le due parti nel frattempo sono impegnate in continui scambi di accuse. L’ultimo è scattato dopo dalla liberazione il 31dicembre di 26 detenuti palestinesi da parte di Israele. Pesa sul successo delle trattative anche il futuro della Valle del Giordano che Israele chiede di poter controllare con i suoi soldati anche dopo l’accordo. Ipotesi categoricamente bocciata da palestinesi e due giorni fa il premier palestinese Rami Hamdallah ha tenuto una seduta dimostrativa del suo governo in un villaggio della valle del Giordano. ”Questo deve essere il confine orientale della Palestina”, ribadisce l’Anp.

Oggi nella Valle del Giordano arriverà il ministro israeliano degli interni Gideon Saar, esponente della destra radicale del Likud, per affermare che la Valle del Giordano resterà sotto controllo israeliano, ancora per molti anni, forse per sempre. A inizio settimana una commissione della Knesset ha approvato una bozza di legge che annette subito la Valle del Gordano a Israele.

Sospesa a mezz’aria resta poi la questione dei nuovi progetti nelle colonie israeliane. Netanyahu si accinge ad approvare la costruzione di 1.400 nuovi alloggi in Cisgiordania e a Gerusalemme est. L’annuncio arrivera’, naturalmente, dopo la partenza di John Kerry. Nena News

 

Israele/Anp:Kerry vuole accordo quadro a gennaio

http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=94380&typeb=0&Israele-Anp-Kerry-vuole-accordo-quadro-a-gennaio

Contrassegnato con i tag:

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam