L’esercito israeliano minaccia Gaza: nuova operazione militare in arrivo

Thursday, 17 November 2011 10:42 Emma Mancini (Alternative Information Center)

Una nuova operazione militare di vasta scala contro la Striscia di Gaza. È la minaccia arrivata ieri dal generale israeliano Benny Gantz, capo dell’esercito di Tel Aviv: bombardare Gaza come deterrente al lancio di missili da parte di Hamas.

L’annuncio è giunto ieri, dopo un meeting a porte chiuse tra la Commissione Affari Esteri e la Commissione Difesa del Parlamento israeliano. “Non possiamo più continuare con un raid dopo l’altro – ha detto durante l’incontro Gantz – Dobbiamo impegnarci in un’operazione vera e propria. Ma non accetteremo provocazioni; sarà premeditata e organizzata”.

La minaccia arriva nei giorni in cui Hamas e Fatah muovono nuovi passi verso una piena riconciliazione, in vista delle nuove elezioni annunciate per maggio. I due partiti si incontreranno la prossima settimana al Cairo per definire ufficialmente la nuova data del voto. A destabilizzare la situazione ci pensa l’esercito israeliano. “Un’operazione militare è vicina”, ha spiegato il generale Gantz, giustificandone la necessità con il lancio di missili da parte del braccio armato di Hamas e da altri gruppi militari contro il Sud di Israele. Secondo l’IDF, nel 2011 sono stati circa 600 i missili e i colpi di mortaio che hanno colpito le zone a Sud del Paese.

Nelle ultime settimane, i bombardamenti contro la popolazione della Striscia di Gaza sono proseguiti ininterrotti: nove membri della Jihad islamica e un poliziotto sono rimasti uccisi durante gli attacchi, ma ai miliziani si sono aggiunti numerosi feriti civili. “Lanciano bombe contro le case e non sanno nemmeno chi ci vive. Uccidono donne e bambini”, ha detto Ahmed Yousef, ex consigliere del primo ministro palestinese Ismail Haniyeh, ora a capo dell’Autorità a Gaza. Sottolineando come dopo cinque anni la Striscia sia ancora sotto stretto assedio e sotto embargo, terrestre e navale.

Un’eventuale operazione contro Gaza dovrebbe comunque ricevere l’approvazione del governo di Tel Aviv. Eppure il generale Gantz si dice sicuro di un voto favorevole in caso di attacco: la situazione attuale indica la propensione delle autorità israeliane ad avviare un nuovo conflitto armato contro Hamas. “Per il prossimo conflitto avremo bisogno di ridurre la durata dei combattimenti il più possibile – ha spiegato Gantz – La velocità dipende dall’alta qualità della nostra intelligence e dalla rapidità delle operazioni sul terreno. In questo modo potremo preservare le risorse umane dell’IDF”.

http://www.alternativenews.org/italiano/index.php/topics/news/3270-lesercito-israeliano-minaccia-gaza-nuova-operazione-militare-in-arrivo

Contrassegnato con i tag: , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam