LA BELLISSIMA SALFIT ASFISSIATA DAGLI INSEDIAMENTI ISRAELIANI

484

tratto da: http://reteitalianaism.it/reteism/index.php/2021/05/05/la-bellissima-salfit-asfissiata-dagli-insediamenti-israeliani/

https://english.palinfo.com/

3 maggio 2021
Le autorità di occupazione israeliane (IOA) continuano a confiscare più terre della provincia di Salfit in Cisgiordania per espandere l’insediamento di Ariel e costruire dozzine di nuove unità di insediamento su terre palestinesi.

Il contadino Mahmoud Al-Rimal, uno dei proprietari delle terre minacciate dall’espansione degli insediamenti, ha affermato che l’IOA e i suoi coloni hanno sequestrato più di 5.000 dunum per ampliare l’insediamento di Ariel e rubare le terre dei cittadini ad esso adiacenti.

Rimal ha sottolineato che l’IOA continua a molestare cittadini e agricoltori livellando e confiscando le loro terre e impedendone l’accesso.

Da parte sua, Ashraf Zuhd, lo specialista nelle attività degli insediamenti, ha spiegato che l’IOA stava prendendo di mira l’area settentrionale di Salfit e aveva confiscato centinaia di dunum delle sue terre.

Zuhd ha aggiunto che questi progetti di insediamento fanno parte delle promesse del premier israeliano Benjamin Netanyahu ai suoi elettori di espansione e costruzione di nuovi avamposti di insediamento nell’area.

Ci sono 18 comunità palestinesi a Salfit rispetto ai 24 insediamenti israeliani tra aree residenziali e industriali. La percentuale di terre assegnate per la costruzione palestinese nella provincia è solo circa il 6% dell’area totale mentre il 9% è assegnato ai coloni ebrei.

Ariel è considerato uno dei più grandi insediamenti della Cisgiordania ed è stato costruito su migliaia di dunum di terre palestinesi. L’IOA cerca di annetterlo alla sovranità israeliana all’interno di uno schema che include la Valle del Giordano e diversi insediamenti costruiti sulle terre della Cisgiordania e Gerusalemme.

L’IOA espande gli insediamenti per soli ebrei e li collega alle reti di acqua, elettricità e fognature per formare un blocco di insediamenti che controlla un’area fino al 70% delle terre di Salfit.

Salfit è la seconda provincia dopo Gerusalemme nelle priorità di insediamento dell’IOA con l’obiettivo di separare le aree settentrionali e meridionali della Cisgiordania e controllare le acque sotterranee della provincia.

Salfit soffoca a causa del gran numero di insediamenti e zone industriali sulle sue terre, poiché superano il numero di villaggi e città della provincia. Questi insediamenti israeliani causano inquinamento ambientale e sabotano i terreni agricoli.

L’IOA prevede di espandere gli insediamenti esistenti e confiscare più terre palestinesi per costruire nuovi insediamenti, specialmente su terre fertili ricche di risorse naturali.

 

 

La bellissima Salfit asfissiata dagli insediamenti israeliani

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.