La brutalità contro i malati di Betlemme non ci fermerà, dr. Nidal!

919

Ancora distruzione nella “nostra” clinica a Betlemme! Se la notizia dell’ultima incursione nella clinica del carissimo Dr. Nidal, a cui da anni non facciamo mancare le medicine sempre più necessarie, non ci stupisce certo nel contesto sempre più violento dell’occupazione, il dolore che ci prende nel vedere ancora una volta devastato un luogo di cura che è tappa fissa durante i Pellegrinaggi di Giustizia, ci amareggia e ci indigna.
Possiamo solo confermare all’equipe medica colpita dall’ennesima aggressione, che non allenteremo l’impegno di solidarietà e l’affetto che ci lega ai più poveri di Betlemme.

Nella notte fra l’11 e il 12 dicembre, alle 2.30, soldati israeliani, dopo aver circondato l’area, sono penetrati nel Centro medico Al-Sadaqa di Betlemme sfondando porte, mettendo a soqquadro vari ambulatori, distruggendo strutture e apparecchiature sanitarie. Dopo essersi trattenuti diverse ore per portare a termine la loro azione distruttiva, se ne sono andati portando con sé 25.000 shekel (circa 6.000 euro), computer e archivi amministrativi. I danni economici sono ingenti, e lo sono anche quelli sociali dato l’elevato numero di pazienti le cui cartelle cliniche sono state portate via e che avranno, quindi, difficoltà nel ricevere le prossime cure.
Il Centro medico Al Sadaqa cura pazienti indigenti che fanno riferimento al centro per effettuare visite ed analisi, praticare terapie e ricevere farmaci a costi adeguati alle loro scarse possibilità economiche. Di fronte alla gravità di questi fatti che, purtroppo, rientrano nella “normalità” della vita quotidiana in Palestina, è necessario che tutti coloro che sono sensibili ai valori del diritto e della giustizia facciano sentire la propria voce di protesta.

Barbara
www.amiciziaitalo-palestinese.org

 
a85e07e2-1c10-4eb7-851a-f7a9f46bba5a

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.