La kefiah a scacchi rossi

0

29 marzo 2012   17.38

AMIRA HASS -È una giornalista israeliana. Vive a Ramallah, in Cisgiordania, scrive per il quotidiano Ha’aretz e ha una rubrica su Internazionale.

L’altro giorno ero seduta in un caffè di Gerusalemme con un amico fotografo. Discutevamo delle differenze tra scrivere e fotografare. A un certo punto il cameriere si è rivolto a me: “Bella sciarpa”. Intorno al collo avevo una kefiah a scacchi rossi. “È del Fronte popolare”, ha aggiunto. In realtà la indossano anche i beduini di cui vi ho parlato la settimana scorsa, e sono sicura che non fanno parte dell’organizzazione nazionalista di sinistra. “Anche quelli della Jihad islamica indossano kefiah rosse”, ho risposto. Questo scambio di battute è avvenuto in ebraico, come la domanda successiva del cameriere: “Sei palestinese?”. Ho risposto in arabo: “Per metà”. Abbiamo continuato a parlare in arabo, e al tavolino si sono aggiunti altri due camerieri. Hanno la fortuna di avere i permessi per venire a lavorare a Gerusalemme.

Abbiamo chiacchierato a lungo. “Ormai tutti i palestinesi sono favorevoli a una soluzione a due stati”, ha detto il primo cameriere. Gli ho spiegato che avevo l’impressione opposta: “Mi sembra che i giovani vogliano una grande Palestina, in cui non c’è posto per gli ebrei”. Ci ha pensato su e poi ha risposto: “Forse hai ragione. Diversamente da me, gli unici ebrei israeliani che incontrano i nostri ragazzi sono soldati o coloni. Non sanno che qui c’è una società normale. Mio figlio non ha mai visto il mare, non è mai stato a Gerusalemme. Come possono essere cittadini di uno stato amico le stesse persone che gli impediscono di vedere Gerusalemme?”.

Traduzione di Andrea Sparacino.

Internazionale, numero 942, 30 marzo 2012

http://www.internazionale.it/opinioni/amira-hass/2012/03/29/la-kefiah-a-scacchi-rossi/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.