LA NUOVA STRADA PER SOLI COLONI CONSENTIRA’ A ISRAELE DI ANNETTERE L’INSEDIAMENTO IN CISGIORDANIA

0
131

https://www.middleeastmonitor.com/
9 marzo 2020 

Il ministro della Difesa israeliano Naftali Bennett ha approvato oggi un progetto per una nuova strada per i palestinesi che consentirebbe ad Israele di annettere il blocco Ma’aleh Adumim nella zona E1 della Cisgiordania occupata.

Le forze di occupazione israeliane hanno posto blocchi di cemento per impedire ai palestinesi di viaggiare lungo la strada Betlemme-Nablus nella Cisgiordania occupata. [Maan]

La strada, che collegherebbe il villaggio di Azzim, vicino a Ma’aleh Adumim, con i villaggi di Anata, Hizma e Al-Ram, è stata definita la “strada della sovranità” da Bennett.

Il ministro della difesa ha spiegato che la strada sarebbe separata da quelle utilizzate dai veicoli con targhe israeliane e consentirà al traffico palestinese di aggirare il blocco Ma’aleh Adumim, annettendo così efficacemente l’area.

Bennett definisce la mossa come l’applicazione della “sovranità nelle opere non nelle parole”.

Aggiungendo che il progetto segna l’avvio del “processo di collegamento di Gerusalemme con Ma’aleh Adumim”.

Il progetto migliorerà la qualità della vita dei residenti nell’area, eviterà inutili attriti con la popolazione palestinese nell’area e, soprattutto, consentirà di continuare la costruzione degli insediamenti”.

Secondo il “piano di pace” per il Medio Oriente del presidente degli Stati Uniti Trump, che è stato inaugurato a gennaio, la strada deve essere costruita per consentire la formazione di uno stato palestinese contiguo ed è stata definita come una “via della vita”.

Sebbene gli attivisti palestinesi abbiano sostenuto che il progetto E1 distrugge ogni possibilità di uno stato palestinese contiguo.

Peace Now ha riferito che una volta costruita la strada, Israele può affermare che la costruzione di insediamenti illegali nell’area E1 non recide la Cisgiordania occupata o impedisce l’istituzione di uno stato palestinese contiguo.

Il supervisore per gli insediamenti ha affermato che la costruzione della strada “è una cattiva notizia per Israele in quanto consente l’annessione per rendere insolubile una soluzione a due stati … qui non c’è alcun desiderio di migliorare il trasporto palestinese, ma solo di espandere gli insediamenti”.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha approvato la costruzione di 3.500 nuove unità di insediamento nell’area E1 il 25 febbraio, oltre a 46.000 nuove unità di insediamento che saranno costruite nel resto della Cisgiordania occupata.

Sul “patto del secolo” di Trump, Netanyahu ha dichiarato: “Cerchiamo di essere chiari, l’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donal Trump ci ha chiesto di prendere decisioni su Giudea e Samaria [la Cisgiordania occupata], dove abbiamo intenzione di imporre la nostra sovranità”.

 

La nuova strada per soli coloni consentirà a Israele di annettere l’insediamento in Cisgiordania

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.