La strage silenziosa degli ultimi

0

BY  · GEN 15, 2019

Ne è morto un altro ieri notte. Solo a Roma, dall’inizio del freddo, sono dieci. Difficile sapere quanti siano in Italia, ma è strage. Inaccettabile.

Muoiono i clochard, i cosiddetti barboni. Di loro poco importa. O peggio ancora, li si tratta da fastidiosi nemici. Qualche sindaco li sgombera. Devono sparire. Arrecano danno all’arredo urbano. Qualche altro butta le loro povere cose in un cassonetto e se ne vanta. Che orrore.

Le nostre città pullulano di poveracci ridotti a case di cartone. Barboni storici, senza tetto recenti. Tanti, troppi. E soli.

Si sapeva che il freddo quest’anno avrebbe fatto strage, ma si è fatto poco, davvero poco. Infatti non è il freddo a uccidere, ma questo nostro paese incattivito, gelido con chi ha perso, feroce con chi è caduto.

Un paese capace di varare leggi contro gli accattoni. Di perseguirli, mai di occuparsi dei suoi poveri.

Per quelli, solo ruspa. E crudele cinismo.

 

La strage silenziosa degli ultimi

La strage silenziosa degli ultimi

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.