La Terza Intifada alle porte?

WEDNESDAY, 30 MAY 2012 07:12 SERGIO YAHNI (ALTERNATIVE INFORMATION CENTER)

 Nell’ultimo fine settimana l’esercito israeliano ha aggredito e attaccato le manifestazioni palestinesi contro il Muro e le colonie. Le autorità di Tel Aviv continuano a confiscare terre e a impedire alla popolazione palestinese di costruire, mentre le colonie si espandono. La Terza Intifada è alle porte?

Venerdì 25 maggio, decine di residenti del villaggio palestinese di Bil’in e attivisti internazionali hanno subito gli effetti dei gas lacrimogeni lanciati dai soldati israeliani che hanno attaccato la manifestazione settimanale non violenta contro il Muro di Annessione israeliano e le colonie.

Dopo la preghiera di mezzogiorno del venerdì, i manifestanti hanno marciato cantando slogan contro il Muro e le colonie, dal centro del villaggio verso le terre restituite ai residenti dopo una lunga battaglia legale nelle corti israeliane. I soldati israeliani, dall’altra parte del Muro, hanno lanciato contro i manifestanti gas lacrimogeni, proiettili di gomma, acqua putrida e chimica.  Decine i manifestanti palestinesi e internazionali che sono dovuti ricorrere alle cure mediche.

Intanto nel villaggio di Al Ma’sara, vicino Betlemme, manifestanti palestinesi, israeliani e internazionali marciavano verso le terre del villaggio confiscate da Israele, cantando slogan contro il Muro, le colonie e l’occupazione. I soldati israeliani hanno lanciato gas lacrimogeni e proiettili di gomma.

Sabato, le forze israeliane hanno aggredito la marcia contro il Muro a Beit Ummar, villaggio a Nord di Hebron, hanno picchiato i partecipanti con i calci dei fucili e hanno impedito loro di raggiungere le terre a Sud del villaggio, vicino alla colonia di Karmi Tzur.

Sempre sabato, un gruppo di coloni ha sparato a Najeh al-Safadi, 22 anni di Orif, villaggio a Sud di Nablus, mentre altri coloni provenienti dall’insediamento di Yitzhat davano fuoco a terre coltivate e distruggevano centinaia di alberi d’ulivo e altre piantagioni.

Le manifestazioni settimanali contro la confisca di terre e il Muro si svolgono nei villaggi in Area C, sotto il diretto e totale controllo israeliano, o nelle immediate vicinanze. I villaggi di quest’area sono i più vulnerabili alla violenza dell’esercito e dei coloni e le loro terre vengono confiscate sia per la costruzione del Muro che per l’espansione degli insediamenti.

Secondo Ha’aretz, l’Amministrazione Civile israeliana ha spiccato 13mila avvisi di demolizioni contro palestinesi accusati di aver costruito illegalmente in Area C in Cisgiordania. Il quotidiano aggiunge che le autorità israeliano stanno restringendo ancora di più le possibilità di costruire per i palestinesi residenti nei villaggi e nelle città della Cisgiordania.

Un rapporto dell’OCHA (Ufficio delle Nazioni Unite per il Coordinamento degli Affari Umanitari), che descrive la situazione in Area C nel 2009, sottolinea come mentre ai palestinesi sono imposte severe restrizioni alla costruzione, l’Amministrazione Civile concede procedure facilitate per la proliferazione delle colonie. Attualmente il governo israeliano è impegnato nel processo di legalizzazione delle colonie costruite su terre private palestinesi e che la Corte Suprema di Giustizia israeliana ha definito illegali.

Analisti e attivisti politici ritengono che l’attuale escalation di politiche israeliane contro la popolazione palestinese potrebbe condurre allo scoppio della Terza Intifada. Il capo dell’Apparato della Sicurezza dell’Autorità Palestinese, il generale Ziad Hab Al-Rih, ha però ricordato che l’AP ha bisogno “di lavorare duro al fine di sopprimere ogni tentativo di avvio di una sollevazione popolare nei prossimi mesi”.

Il generale ha inoltre espresso preoccupazione per il deteriorarsi della situazione nella regione e ha detto che, senza progressi nei negoziati di pace, l’AP non sarà in grado di garantire la stabilità nei Territori Occupati.

Tradotto in italiano da Emma Mancini (Alternative Information Center)

http://www.alternativenews.org/italiano/index.php/topics/11-aic-projects/3617-la-terza-intifada-alle-porte

 

Contrassegnato con i tag: , , , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam