Le forze di occupazione israeliane demoliscono una casa a Gerusalemme Est: 30 persone senza tetto

Evidenza Gerusalemme – 6/2/2013

 immagine1

Gerusaleme – InfoPal. Martedì 5 febbraio, le forze di occupazione israeliane hanno demolito una casa palestinese a due piani, a Beit Hanina, nell’area est di Gerusalemme, lasciando 30 persone senza tetto. Ne ha dato notizia l’agenzia dell’Anp, Wafa.

Muhammad Castero, 52 anni,uno degli inquilini dell’edificio, ha raccontato a Wafa che cinquanta giorni fa, Israele emise un ordine di demolizione dell’abitazione, con la giustificazione solita di “mancanza di permesso edilizio”.

La casa, che ospitava quattro famiglie, fu costruita sei anni fa.

Secondo i rapporti pubblicati da B’Tselem, tra il 2004 e il 2012, le forze di occupazione israeliana distrussero 412 unità abitative a Gerusalemme Est, lasciando 1.636 palestinesi senza tetto.

Il pretesto solitamente addotto dalle autorità di occupazione è l’assenza di permessi edilizi, ma tali autorizzazioni, nel 95 per cento dei casi non vengono mai concesse. A fronte di ciò, com’è noto, cresce esponenzialmente l’espansionismo coloniale ebraico.

Tale situazione è un’evidente prova della pulizia etnica di Gerusalemme e del resto della Palestina, tuttora in corso.

(Foto: http://www.demotix.com/news/6479/house-demolition-beit-hanina-east-jerusalem)

 

http://www.infopal.it/48194/

Contrassegnato con i tag: , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam