Le forze israeliane sparano e uccidono un palestinese al posto di blocco di Qalandiya

0

24 novembre 2016 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Ramallah, Palestina occupata

 15218409_1115836848466289_1181324171_n-540x330

E’ stato confermato che  Jihad Mohammad Khalil, 48 anni, è stato ucciso dai soldati israeliani al posto di blocco di Qalandia presto martedì mattina, 22 novembre. Khalil è del villaggio di Beit Wazan, ad ovest di Nablus nel nord della West Bank. Egli è stato colpito sul posto da un soldato israeliano, secondo il Ministero della Sanità palestinese. Una portavoce della polizia israeliana sostiene che l’uomo si stava avvicinando a una guardia di sicurezza con un coltello e così è stato neutralizzato, mentre un altro portavoce dice che stava cercando di colpire le forze di sicurezza israeliane.15218409_1115836848466289_1181324171_n
Finora non vi è stata alcuna prova per dimostrare queste affermazioni. Non ci sono soldati rimasti feriti durante l’incidente e nessun’altra lesione riportata. Dopo che hanno sparato, Jihad Khalil i soldati hanno lasciato sanguinare a morte, avendo negato l’accesso ai medici che correvano a dare il primo soccorso. Dopo l’uccisione, i soldati hanno chiuso il posto di blocco e hanno impedito ai palestinesi di attraversare verso la illegalmente annessa al Quds (Gerusalemme).

 

 

http://reteitalianaism.it/reteism/index.php/2016/11/24/le-forze-israeliane-sparano-e-uccidono-un-palestinese-al-posto-di-blocco-di-qalandiya/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.