Le storie dei minori bloccati nei centri di detenzione in Libia (con video)

296

UN052608_Romenzi

 2MAR 201710.23

VIDEO

Le storie dei minori bloccati nei centri di detenzione in Libia

“Ci picchiano, ci frustano, ci trattano come schiavi. Viviamo in una stanza senza uscire mai. Molti stanno morendo”, racconta Jon, che ha 15 anni e da sette mesi vive in un centro di detenzione in Libia.

La Libia è uno dei principali punti di snodo per i migranti che dall’Africa vogliono raggiungere l’Europa attraversando il mar Mediterraneo. A settembre 2016 erano almeno 250mila i migranti bloccati nel paese, la maggior parte dei quali rinchiusi nei centri di detenzione. Queste strutture, controllate in molti casi dalle milizie, sono diventate “prigioni improvvisate” in cui donne e minori vivono in condizioni disumane e sono spesso vittime di abusi e violenze.

L’Unicef, l’agenzia delle Nazioni Unite per l’infanzia, ha pubblicato il rapporto Un viaggio fatale per i bambini che denuncia le violazioni sistematiche dei diritti umani che avvengono nei centri libici. Il video realizzato per l’Unicef da Francesca Mannocchi racconta le storie di alcuni bambini e ragazzi detenuti in queste strutture.

MIGRANTI

 

 

 

Le storie dei minori bloccati nei centri di detenzione in Libia

http://www.internazionale.it/video/2017/03/02/libia-minori-centri-detenzione

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.