Legge razzista: discrimina e spezza le famiglie

Il governo di Tel Aviv ha esteso di altri 6 mesi il provvedimento che vieta ai palestinesi coniugati a cittadini israeliani di immigrare in Israele e acquisire la cittadinanza. Lo ha deciso il comitato ministeriale degli affari per la sicurezza del Parlamento israeliano. L’estensione sarà valida fino al 30 giugno e nega di fatto ai palestinesi di acquisire il diritto alla cittadinanza israeliana o lo stato di residente attraverso il matrimonio con  cittadini israeliani. Impedendo di fatto la riunificazione familiare.

(Nena News, 4 gennaio)

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam