L’esercito israeliano addestra i coloni

30/08/2011

Articolo dalla sempre utile agenzia Maan (http://www.maannews.net/eng/ViewDetails.aspx?ID=416967). Articoli purtroppo per chi non sa bene la lingua in inglese. In breve: l’esercito israeliano sta addestrando a usare armi e lacrimogeni i coloni ebrei della West Bank. Lo scopo è quello di ‘prepararli’ a eventuali proteste da parte dei palestinesi durante il periodo di discussione all’ONU del riconoscimento di uno Stato Palestinese.

Su Nena-news si legge che il governo israeliano paventa fornitura di armi da parte della Libia ai Palestinesi (http://www.nena-news.com/). Questo di pari passo alla disinformazione continua su ciò che accade in Libia. Sempre sul sito di Nena-news.

Sta finendo il mese di Ramadan. Leggere la breve riflessione di Paola Caridi oltre ai suoi ricordi di vita al Cairo.

Il Manifesto riporta un intervista al padre di una bambina uccisa da soldati italiani in Afghanistan. Dal racconto emerge un quadro sconcertante. Chissà quanti bambini figli di persone non importanti come questo sono accaduti. I nostri soldati sono in guerra nonostante si trincerino dietro ad una sigla (PRT) e si si facciano scudo degli abitanti di Herat, nonostante questi ultimi abbiamo paura di rimanere uccisi durante attentati al PRT (sempre sul Manifesto).

Buona giornata a noi che comunque vada mangiamo tanto, andiamo al bagno e dormiamo sonni tranquilli.

(fd)

(fd)

Contrassegnato con i tag: , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam