Libia, Gheddafi pensa a estromissione Eni

0

08/07/2011

Tripoli avvia negoziati con società petrolifere russe e cinesi, l’italiana Eni contatta i ribelli

Eni potrebbe avere seri problemi in Libia, se la guerra tra le truppe del leader libico Muammar Gheddafi e i ribelli dell’opposizione andasse nella direzione opposta ai suoi interessi.
Secondo alcuni rapporti, il governo Gheddafi avrebbe avviato negoziati con società russe e cinesi per rilevare i progetti della società italiana che opera nel paese.

Un funzionario, che non ha voluto essere identificato, ha detto a Reuters che questa revoca è avvenuta senza alcun preavviso e lo stato libico ha cominciato a negoziare con grandi compagnie petrolifere russe e cinesi in modo da farle entrare in una società dedita a questi investimenti.

Eni, è il più grande investitore straniero in Libia, e il governo italiano è passato dalla parte delle forze d’opposizione nel mese di aprile.
L’amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaroni, ha contattato i ribelli a Bengasi a scopo di cooperazione energetica.
Il passaggio a fianco dei ribelli è stato visto come un’azione per proteggere la posizione dell’azienda.

http://it.peacereporter.net/articolo/29367/Libia%2C+Gheddafi+pensa+a+estromissione+Eni

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.