Lo sai cosa è ITAMAR ?

Che domanda difficile…la ripeto : Cosa è ITAMAR prima di tutto? Ve lo dico io : è un insediamento illegale costruito su terra rubata ai Palestinesi. E poi un altra domanda altrettanto difficile : Chi di voi sa dove è la colonia di ITAMAR ? Vi consiglio di andare a cercare sulle mappe dell’OCHA. (www.ochaopt.org ) Vedrete che è sotto Nablus, a destra di Huwwara ( dove c’era un terribile check point fino a un anno fà….chi lo ha fatto se lo ricorderà molto bene!!!). E’ vicina ad un altra colonia: Elon Moreh. Le due colonie sono unite da una by-pass road (che è una strada solo per coloni e che viene usata per delimitare e separare). Questa geografia impedisce ed impedirà alla zona di Nablus di crescere e soprattutto permette di chiudere Nablus anche sul lato orientale (sugli altri lati è chiusa da altre colonie ed altre by pass road…come tutte le altre città palestinesi che non sono chiuse in prigione dal muro).

E’ importante usare una cartina per capire quello che è successo stanotte. Condanniamo l’uccisione della famiglia ma nello stesso tempo non possiamo non condannare le case bruciate, gli ulivi tagliati, i negozi distrutti e i feriti degli attacchi iniziati il 28 febbraio e proseguiti fino a questi giorni sempre nella zona di Nablus, ad opera dei coloni…Non possiamo non condannare anche l’Occupazione che prosegue senza sosta da anni e anni e la costruzione di nuovi insediamenti…per la cronaca in questi giorni nella terra della nostra parrocchia di BetJala stanno avanzando i lavori delle case e del muro che ci ruberà metà terra della parrocchia stessa…ma di questo nessun TG o nessun giornale ne parlerà…anzi come hanno già fatto ANSA e RAI se ne parleranno, lo faranno solo raccontando falsità su falsità.
Non credo che nessuno sentirà mai queste notizie che forse sarebbero utili da dare per capire le altre notizie di cui tutti sentite parlare oggi ma forse non vengono date apposta…che ne dite???  E allora non scandalizzatevi e non stracciatevi le vesti e non gridate contro questi poveri disperati a cui stanno rubando tutto, come ha fatto un certo Liebermann (ministro degli esteri di Israele) sul Corriere di oggi perchè quello che è successo stanotte è il frutto della sua politica assurda che porterà ancora tanta distruzione, tanta violenza e tanto sangue su questa terra. Se questa politica degli insediamenti, del furto sistematico di terra, acqua, tempo, libertà, dignità e umanità non avrà fine, mai ci sarà PACE. Lui, proprio lui…questo signor Liebermann, con che coraggio dice quello che dice, quando il primo nemico della Pace è proprio lui e la sua politica razzista e discriminatoria???  Lui che parla di “soluzione finale”, “sterminio”, “deportazione” al Parlamento israeliano…quando questi termini dovrebbero essere cancellati da ogni vocabolario…ma come fa a non vergognarsi??? E come possiamo noi non indignarci???

La situazione peggiora giorno dopo giorno, è sempre più pesante, però paradossalmente è troppo “tranquilla” e quindi c’è bisogno che succeda qualcosa per “andare avanti e giustificare”…non credo che saranno questi poveretti di Itamar che faranno scatenare una nuova offensiva ma sicuramente questo episodio potrebbe ri-accendere il fuoco e ci saranno altri episodi che permetteranno di creare la giustificazione per poter rispondere “adeguatamente”.

Come mi faceva notare un caro confratello che è nato in quelle zone vicino a Nablus, la colonia di Itamar è sicuramente ben fortificata e ben protetta essendo costruita in mezzo ai Territori Occupati, in un posto molto rischioso per chi decide di andarci a vivere, dato che sei proprio dentro la casa dei palestinesi…ed allora nasce spontanea qualche domanda : come è potuto passare/entrare colui che ha trucidato questa povera famiglia ? Come ha potuto coincidere il malfunzionamento del sistema di allarme proprio con il momento in cui è passato l’assassino ? Forse potrebbe aver ragione il mio confratello : ci sono diverse cosette che non ritornano….e da queste parti a pensare il peggio spesso ci si indovina…come è già successo altre volte!!!

In questi ultimi tempi si stanno sviluppando diverse proteste non-violente nei Territori Palestinesi Occupati e soprattutto vicino ad alcune colonie molto violente e questo sta mettendo in crisi l’esercito israeliano…vi consiglio di leggere questo articolo di Roi Maor (ebreo che vive a Tel Aviv) su quello che pensa l’Esercito Israeliano della non-violenza e i commenti sotto (soprattutto quello di Yossi Gorvitz…). Potreste trovare un aiuto per capire meglio la situazione di questa “povera e martoriata” TerraSanta. Informatevi meglio e non ascoltate solo i TG o leggete solo i giornali… e poi pregate per tutti : israeliani e palestinesi, ebrei, cristiani e musulmani…ne abbiamo bisogno !!!

Contrassegnato con i tag: , , , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam