Mar Saba

Ad est di Betlemme, nel deserto di Giuda, su una parete della valle del Cedron ( il fiume che nasce a nord-ovest di Gerusalemme e sfocia nel Mar Morto a sud di Qumran), si trova, arrocato a strapiombo sulla valle, il monastero di Mar Saba (San Saba).

Il monastero conserva, nella chiesa superiore, le reliquie di San Saba. Le reliquie portate a Venezia nel XIII secolo, quando il monastero fu saccheggiato da parte di un gruppo di armati, furono restituite ai monaci soltanto nel 1965 da Paolo VI come gesto ecumenico.

San Saba era un monaco che visse tra il V e il VI secolo prima in comunità monastiche diverse e poi, alla morte del suo maestro Eutimio, nella Valle del Cedron, dove istituì una nuova forma di vita monastica; la laura. La laura era un misto di vita solitaria e di comunità, dove i monaci vivevano isolati per sei giorni della settimana per poi riunirsi alla domenica, per le celebrazioni eucaristiche. San Saba era un tipo rigoroso e severo, non faceva sconti, sia quando si trattava di applicare la regola che vietava la presenza di donne all’interno del monastero (sua madre verrà sepolta fuori) sia quando doveva difendere la dottrina delle due nature di Cristo.

Secondo un’antica tradizione nel monastero di San Saba si conservava il primo ex-voto che la storia ricordi, fatto da Giovanni Damasceno, un strenuo difensore del culto delle immagini, al quale il Califfo di Damasco gli aveva fatto tagliare la mano destra per motivi politici. Dopo una notte di preghiera a Giovanni gli apparve la Madonna che lo rassicurò; la mano sarebbe ritornata al suo posto. Dopo il prodigioso evento Giovanni fece aggiungere una mano votiva nella parte inferiore di un’icona, sarebbe stata questa il primo ex-voto e il prototipo delle icone dette della “Madonna delle tre mani”.

Per accedere al monastero bisogna tener presente alcune cose; le donne non possono entrare, il mercoledì e il venerdì è chiuso, non si possono fare fotografie all’interno, e non cercate espedienti perchè i monaci (oggi tutti dell’est europeo) sono inflessibili quanto il loro santo.

Albus

This SimpleViewer gallery requires Macromedia Flash. Please open this post in your browser or get Macromedia Flash here.
This is a WPSimpleViewerGallery
Contrassegnato con i tag:

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam