Massacri e uccisioni: è solo un fatto della vita…

da nena news

Jesse Lieberfeld, un adolescente ebreo americano ha vinto il Martin Luther King, Jr. Writing Awards del Dietrich College per aver composto un bel testo sul proprio risveglio morale e sul suo allontanamento dal Giudaismo: Quando finalmente mi fu data l’opportunità di fare una domanda, chiesi, ‘Io voglio sostenere Israele. Ma come posso farlo, quando lascia che il suo esercito commetta così tanti omicidi?’ Mi furono puntati addosso una serie di sguardi focosi e adirati da alcuni degli uomini più anziani, ma fu il rabbino a rispondermi. ‘È una cosa terribile, non è vero?’, disse. ‘Ma non c’è niente che possiamo fare. È solo un fatto della vita.’ Sapevo, naturalmente, che la guerra non è una cosa semplice, e che noi non ammazzavamo per gioco, ma descrivere le nostre migliaia di uccisioni come un ‘fatto della vita’ era per me semplicemente troppo per essere accettato.”

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam