Migranti. Alan Kurdi: emergenza per un’altra donna. Barca con 90 naufraghi a Lampedusa

0

giovedì 11 aprile 2019

Una delle donne incinte sulla nave di  nella notte è stata portata all’ospedale de La Valletta da una motovedetta maltese. Intercettato un barcone dai guardiacoste italiani

(Lapresse d’archivio)

Un barcone con a bordo una novantina di naufraghi è stato intercettato mentre si trovava una ventina di miglia al largo delle coste siciliane: una motovedetta della Guardia di finanza ed una della Guardia di costiera italiana sono intervenute per un’operazione che non viene considerata tecnicamente di soccorso, hanno provveduto al trasbordo dei migranti, che saranno portati a Lampedusa nel pomeriggio. Nel frattempo la nave Alan Kurdi è da otto giorni in balia delle onde e in ostaggio dell’Europa che non trova un accordo politico sul porto di sbarco.

Nella notte una seconda persona viene evacuatasi tratta di Osumah, 23enne incinta che – come scrive in un tweet la ong Sea-Eye – ha avuto una crisi epilettica ed è stata evacuata da una motovedetta maltese” sottolineando anche che al marito della donna è stato impedito dalle autorità maltesi di accompagnarla. “Insieme a lui – dice ancora la Ong – altri 61 naufraghi sono bloccati in alto mare”.

(Fabian Heinz'Sea-eye.org)

(Fabian Heinz/Sea-eye.org)

Da quattro giorni la nave Alan Kurdi si trova a sud est di Malta e si continua a tenere a poca distanza dal limite delle acque territoriali dopo che sia La Valletta sia l’Italia si sono rifiutate di assegnare un porto per sbarcare i migranti.

RIPORTATI IN LIBIA I 20 NAUFRAGHI. ALARMPHONE: È UN RESPINGIMENTO ILLEGALE

Nella notte è arrivata notizia che sono stati recuperati dalla cosiddetta Guardia costiera libica e riportati indietro i 20 naufraghi che avevano lanciato l’allarme attraverso il numero di emergenza di AlarmPhone già delle 6 del mattino di mercoledì

Ne ha dato notizia il ministro dell’Interno Matteo Salvini. “I famosi 20 che ‘stavano affondando’ sono stati prontamente salvati dalla Guardia Costiera libica e riportati a terra. Molto bene!“, è il commento del ministro.
Su Twitter Alarm Phone: “La cosiddetta Guardia costiera libica ha intercettato la barca. Le 20 persone saranno riportate in una zona di guerra da una milizia finanziata dall’Ue. È una vergogna che questo respingimento illegale e disumano avvenga nell’indifferenza generale“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Migranti. Alan Kurdi: emergenza per un’altra donna. Barca con 90 naufraghi a Lampedusa

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/alan-kurdi-9-giorni

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.