MISNA : PALESTINESI VITTIME DI “ORRORE E ABUSI”, COMMISSARIO ONU DIRITTI UMANI

“Questioni generalmente relegate al rango di problemi minori dai responsabili israeliani, e che riguardano la vita dei Palestinesi nei Territori occupati, costituiscono in realtà una violazione flagrante dei diritti umani su vasta scala”: lo ha detto l’alto commissario per i diritti umani dell’Onu Navy Pillay nel corso di una conferenza stampa a Gerusalemme, al termine della sua prima visita nei Territori palestinesi e in Israele. Il commissario ha espresso “orrore” per le politiche “che mirano a soffocare le prospettive sociali, culturali ed economiche dei palestinesi e paralizzando il loro morale” e sottolineato l’importanza, soprattutto in un contesto complesso come quello mediorientale, del diritto umanitario e internazionale. “Non sono qui per fare politica ma per far osservare il diritto. Ci sono diritti che non sono negoziabili” ha aggiunto la Pillay, denunciando “il mercanteggiamento sulla possibile ripresa dei colloqui di pace in cambio di una moratoria sulla colonizzazione”. L’idea stessa “che una sospensione temporanea e parziale della costruzione costituisca una concessione valida nel processo di pace – aggiunge – capovolge il diritto”. Il commissario ha sottolineato l’illegalità ai sensi del diritto internazionale, delle colonie in Cisgiordania e a Gerusalemme Est e precisato che “di conseguenza ogni azione governativa in sostegno del mantenimento e dell’ampliamento delle colonie è illegale in base al diritto internazionale”. Esprimendo “preoccupazione” per le violazioni commesse in Cisgiordania e a Gaza, Pillay ha esortato alla sospensione immediata del lancio di missili verso il sud di Israele “che oltre a costituire un crimine di guerra e una forma di terrorismo contro i civili, nuociono al popolo palestinese poiché rappresentano un ostacolo al processo di pace e fanno il gioco di quanti vogliono mantenere Gaza sotto assedio”. Il commissario ha ricordato infine che tutte le parti in causa devono rispondere delle accuse per crimini di guerra e contro l’umanità commessi durante l’offensiva ‘Piombo fuso’ tra il dicembre 2008 e il gennaio 2009, contenute nel rapporto stilato dal giudice Goldstone su richiesta del Consiglio Onu per i diritti umani.[AdL]

http://www.misna.org/news.asp?a=1&IDLingua=2&id=28884

Frammenti vocali in MO:Israele e Palestina

Contrassegnato con i tag: , , , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam