MO: Cisgiordania, palestinese ucciso da militari israeliani,ferita una donna

0

mercoledì 13 luglio 2011

Torna a salire la tensione fra israeliani e palestinesi in seguito ad incidenti verificatisi nelle ultime ore lungo la linea di demarcazione fra la striscia di Gaza ed Israele, nonché in Cisgiordania. Il bilancio è di un palestinese ucciso dal fuoco israeliano e di una donna ferita.

L’episodio più grave della giornata è avvenuto alle ore 3 di mattina nel campo profughi di Far’a (Nablus, Cisgiordania) quando una unità militare è entrata per compiere una retata di militanti della Jihad islamica.

Fonti locali aggiungono che i soldati sono entrati con undici mezzi, accompagnati da cecchini.
Secondo la versione israeliana, mentre i militari si trovavano all’interno del campo profughi un ordigno esplosivo è stato lanciato nella loro direzione. I militari hanno sparato verso un giovane che nelle immediate vicinanze si stava dando alla fuga e lo hanno colpito alle gambe.
Gli abitanti del posto hanno poi precisato che il giovane era uno studente universitario, Ibrahim Sarhan, 20 anni, attivista di Hamas, che era appena uscito di casa per recarsi a pregare in moschea. Fonti locali aggiungono che questi è stato colpito ad una arteria e ha perduto grandi quantità di sangue. Quando infine è stato possibile trasferirlo all’ospedale Rafidye di Nablus, era ormai deceduto

Intanto ai margini di Gaza prosegue una graduale escalation. Ieri due razzi sono stati sparati da miliziani palestinesi verso il territorio israeliano. In reazione la aviazione israeliana ha condotto un raid notturno contro obiettivi palestinesi, provocandofra l’altro il ferimento (non grave) di una donna araba. Nella mattinata miliziani palestinesi sono tornati all’attacco sparando a loro volta verso il Neghev israeliano due razzi che non hanno provocato vittime.

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.