Moshe Arens: Distruggete il Muro di Separazione israeliano

0

12 APR 2013

HD-SC-98-07518

 Moshe Arens (a sinistra) insieme al Segretario di Stato USA alla Difesa, Casper Weinberger, nel 1983 (Foto: Robert Ward, Dipartimento alla Difesa USA)

L’ex ministro della Difesa israeliano, Moshe Arens, raccomanda di distruggere il Muro di Separazione costruito da Israele, ritenendo che non abbia nulla a che fare con la sicurezza dello Stato, ma anzi rappresenti una minaccia per Israele a livello internazionale.

 

Arens, ex presidente del Comitato agli Affari Esteri e del Comitato alla Difesa della Knesset, e tre volte ministro della Difesa, ha detto al quotidiano israeliano Maariv che “oggi è chiaro che il Muro di Separazione non ha benefici. Danneggia Israele a livello internazionale e rende più difficile la vita quotidiana dei palestinesi”.

La preoccupazione di Arens per la vita del popolo palestinese è di facciata, per uno che si è sempre speso per impedire la creazione di uno Stato di Palestina e la realizzazione di una sovranità palestinese, sostenendo invece l’estensione di quella israeliana in Cisgiordania e la consegna di passaporti israeliani ai palestinesi.

Secondo Arens, la decisione israeliana di costruire il Muro è stato frutto dell’ignoranza: “All’epoca erano nel panico. Quando gli attacchi si verificano quasi ogni giorno o addirittura due volte al giorno, il General Security Services è arrivato e ha detto che senza una barriera sarebbe stato impossibile fermare il terrorismo. Così ci siamo convinti. Ne ero convinto anche io. Ma oggi è chiaro che non c’è connessione tra il Muro e la prevenzione degli attacchi”.

L’ondata di attacchi contro Israele negli anni Novanta e all’inizio del 2000 è finita, secondo Arens, grazie all’azione dell’esercito israeliano sul terreno e alla cooperazione con la polizia palestinese. “Oggi appare chiaro che il contributo del Muro alla prevenzione era quasi zero – ha proseguito Arens – Il Muro non contribuisce alla sicurezza, ma al contrario danneggia l’immagine di Israele nel mondo e rende molto difficile la vita quotidiana dei palestinesi che non possono accedere ai loro campi”.

“Il Muro è brutto – ha concluso l’ex ministro – È come una cicatrice in un viso, una cicatrice sul viso della Terra di Israele. Il pericolo è che il Muro diventi alla fine un confine politico. I muri alla fine cadono, c’erano muri in passato e sono caduti”.

 

Alternative Information Center

INVIATO DA AICITALIANO IL VEN, 04/12/2013 – 09:32

http://www.palestinarossa.it/?q=it%2Fcontent%2Faic%2Fmoshe-arens-distruggete-il-muro-di-separazione-israeliano

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.