“NON SI PUO’ TACERE!” Il Presidente di Pax Christi mons.Giovanni Ricchiuti interviene sul caso del cargo Saudita ‘Bahri Yanbu’

1
887

Il Presidente di Pax Christi mons.Giovanni Ricchiuti

interviene sul caso del cargo Saudita ‘Bahri Yanbu’:

“Non si può tacere!”

“In queste ore, lunedì mattina 17 febbraio, la nave saudita “Bahri Yanbu” transiterà nel porto civile di Genova dove potrebbe anche caricare attrezzature militari dirette in Arabia Saudita.”

Queste le dichiarazioni del Presidente di Pax Christi mons. Giovanni Ricchiuti.

In molti hanno già espresso la propria contrarietà e opposizione – e anche come Pax Christi lo abbiamo fatto in passato – a questo attracco. Esprimo la mia solidarietà ai lavoratori del porto che si rifiutano di collaborare con il loro lavoro per non essere complici della guerra. Anche papa Francesco aveva detto ‘hanno fatto bene’. Da tempo denunciamo questa situazione, in cui anche l’Italia vende armi, prodotte dalla RWM, all’Arabia Saudita che poi le usa per bombardare lo Yemen. Tutto questo è inammissibile! Lo abbiamo denunciato anche alla marcia di Capodanno, lo scorso 31 dicembre a Cagliari.

Mentre esprimo tutto la mia solidarietà a chi si oppone in tanti modi alla guerra – continua Ricchiuti – voglio ricordare che in questa settimana ci sarà il grande appuntamento a Bari, con la presenza di tanti vescovi, delegati e con Papa Francesco: Mediterraneo frontiera di pace.   Episodi come quello di Genova del cargo saudita “Bahri Yanbu”, e anche la notizia che l’Italia si prepara a vendere due fregate militari all’Egitto non fanno certo del Mediterraneo un mare di pace. Per questo sono convinto che non si debba tacere!

Se si vuole la pace bisogna costruire la pace e non la guerra. Purtroppo sembra prevalere sempre più una cultura di guerra e la convinzione che la strada delle armi possa essere percorsa con facilità e superficialità.

Il Presidente di Pax Christi conclude ricordando le parole di papa Francesco, lo scorso 5 febbraio: La più grande struttura del peccato, o la più grande struttura dell’ingiustizia, è la stessa industria della guerra, poiché è denaro e tempo al servizio della divisione e della morte…

 

 

Firenze, 17 febbraio 2020

mons. Giovanni Ricchiuti                                    

Presidente Nazionale di Pax Christi

 

 Contatti:

Segreteria Nazionale di Pax Christi: 055/2020375 –   info@paxchristi.it www.paxchristi.it

Coordinatore Nazionale di Pax Christi: d. Renato Sacco 348/3035658 –   renatosacco1@gmail.com 

— d. Renato Sacco, Coordinatore nazionale di Pax Christi Via alla Chiesa 20, Cesara – Vb 348-3035658 — 0323-827120 renatosacco1@gmail.com

Il tuo 5 PER MILLE a ”PAX CHRISTI” C. F. 94060130484

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

1 commento

  1. E’ giusto chiudere i porti alla guerra, è necessario anche pensare ai portuali che rifiutandosi di caricare le armi non potono la paga della giornata a casa. E’ opportuno una solidarietà da parte di tutti noi e che tramite qualche associazione venga dato sostentamento economico a questi portuali.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.