Notte di raid israeliani, uccisi due palestinesi

0

Unità speciali sono entrate a Jenin per arrestare un presunto capo di Hamas. Raid anche a Qalqiliya. Forte la reazione degli abitanti che hanno affrontato le truppe israeliane.

adminSito
giovedì 19 dicembre 2013 08:43
immagine1

Foto Issam Rimawi /FLASH90

della redazione

Gerusalemme, 19 dicembre 2013, Nena News – E’ stata una notte di incursioni israeliane nelle aree A della Cisgiordania che pure, secondo gli accordi di Oslo, sono sotto il pieno contro dell’Autorità nazionale palestinese. Nel raid compiuto nel campo profugh di Jenin – allo scopo, ha detto un portavoce militare israeliano, di arrestare un presunto capo locale di Hamas – è stato ucciso Nafea Saadi, 23 anni, che con altri giovani era sceso in strada a protestare contro l’incursione delle forze di occupazione. Almeno altri otto palestinesi sono stati feriti, alcuni dei quali in modo grave.

Secondo Israele anche Saadi era un attivista di Hamas e i dimostranti avrebbero sparato e lanciato granate artigianali contro le forze militari. A Jenin non confermano questa versione dell’accaduto.

Poco dopo un altro palestinese, Samir Yasin, 28 anni, membro delle forze di sicurezza dell’Anp, è caduto in un agguato di una unità speciale a Qalqilya. La popolazione, come a Jenin, subito dopo si è riversata in strada per protestare lanciando anche bottiglie incendiarie.

Nel 2013 Israele ha intensificato i raid nei centri abitati della Cisgiordania uccidendo una ventina di palestinesi, in gran parte durante le proteste scattate dopo le incursioni. Nena News

 

http://nena-news.globalist.it/Detail_News_Display?ID=93563&typeb=0&Notte-di-raid-israeliani-uccisi-due-palestinesi

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.