PALESTINA. Ministro Anp ucciso dai soldati (aggiornamenti)

289

10 dic 2014

Ziad Abu Ein è morto poco fa nel villaggio di Turmus Aya, durante scontri esplosi a seguito di una protesta non-violenta. Secondo testimoni è stato picchiato dalle truppe israeliane. Abbas promette di prendere misure contro Tel Aviv. VIDEO

immagine1

Il ministro Abu Ein durante la manifestazione di oggi, prima della sua morte

AGGIORNAMENTI:

ore 19.00 – FERITO GRAVEMENTE 14ENNE IN SCONTRI DOPO LA MORTE DI ABU EIN. ABBAS: “TUTTE LE OPZIONI SUL TAVOLO”.

Durante scontri esplosi nel campo profughi di Al Jalazon, vicino Ramallah, dopo la morte del ministro Abu Ein, un 14enne palestinese è stato colpito alla testa da un proiettile sparato da soldati israeliani. Raouf Hussein Snubar è ora ricoverato in ospedale in gravissime condizioni.

Intanto il presidente Abbas ha detto che in risposta all’omicidio di Abu Ein tutte le opzioni sono sul tavolo, perché quanto è accaduto “è un crimine nel vero senso della parola”.

ore 16.00 – ANP SOSPENDE COOPERAZIONE ALLA SICUREZZA CON ISRAELE

Jibril Rajoub, leader di Fatah, ha annunciato la sospensione della cooperazione alla sicurezza con Israele dopo la morte del ministro Abu Ein: “Interromperemo tutte le forme di cooperazione alla sicurezza”.

In un video e alcune foto si vedono tre soldati prendere Abu Ein e colpirlo al petto, mentre un testimone, Kamal Abu Safaka, ha raccontato che il ministro è stato aggredito mentre parlava con un ufficiale israeliano.

MAIN-Ziad-Abu-Ein-dies-after-throat-grabbed

ore 15.30 -LEADERSHIP PALESTINESE: “OMICIDIO EXTRAGIUDIZIALE, DICHIARAZIONE DI GUERRA”

Una folla si è radunata a Ramallah per accogliere le spoglie del ministro Abu Ein, ucciso poche ore fa da soldati israeliani. La governatrice di Ramallah e al-Bireh, Laila Ghannam, ha definito l’uccisione di un ministro “a sangue freddo una dichiarazione di guerra da parte di Israele”, mentre l’Olp ha parlato di omicidio extragiudiziale.

ore 14.45 – HAMAS: “BASTA CON LA COOPERAZIONE ALLA SICUREZZA”

Hamas ha pubblicato una dichiarazione ufficiale dopo la morte di Abu Ein chiedendo all’Anp di interrompere ogni forma di cooperazione alla sicurezza con Israele: “E’ venuto il momento di unire tutte le nostre forze per combattere l’occupazione criminale sionista e interrompere tutte le forme di cooperazione con l’occupazione”.

————————————————————————————————–

dalla redazione

Gerusalemme, 10 dicembre 2014, Nena News – Il ministro dell’Anp Ziad Abu Ein è stato ucciso stamattina dall’esercito israeliano durante un’azione di protesta nel villaggio di Turmus Aya, nord di Ramallah. Secondo quanto riportato da Mahmoud Aloul, membro di Fatah, Abu Ein insieme a decine di attivisti stava portando alberi di ulivo da piantare, come protesta per la confisca delle terre palestinesi da parte delle autorità israeliane.

Le truppe di Tel Aviv hanno lanciato gas lacrimogeni e hanno picchiato il ministro; un soldato lo ha colpito al petto con il calcio del fucile. Altri testimoni riferiscono invece che Abu Ein è stato centrato da un candelotto lacrimogeno, altri dall’elmetto del soldato. Il ministro è stato subito portato in ospedale, ma è morto lungo il tragitto

Ziad Abu Ein era membro del Consiglio Rivoluzionario di Fatah e presidente della commissione dell’Anp contro il muro e le colonie. Per ora l’esercito non commenta e fa solo sapere di aver aperto un’inchiesta. Immediata la reazione del presidente dell’Autorità Palestinese, Mahmoud Abbas: un atto “barbarico” che non sarà tollerato, ha detto Abbas che promette “di prendere le misure necessarie dopo i risultati dell’inchiesta sulla morte” di Abu Ein. Nena News

GUARDA IL VIDEO

– See more at: http://nena-news.it/palestina-ministro-anp-ucciso-dai-soldati-israeliani/#sthash.hFD8Ejy0.dpuf

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.