PALESTINA. Prove di riconoscimento in Gran Bretagna

401

13 Oct 2014

Su impulso dei Labor, i deputati sono chiamati a esprimersi sull’opportunità o meno che Londra riconosca lo Stato palestinese. Un voto non vincolante per il governo, ma con una grande valore simbolico.

 

immagine1

della redazione

Roma, 13 ottobre 2014, Nena News – Inizierà oggi pomeriggio il dibattito al Parlamento britannico sul riconoscimento dello Stato di Palestina. Un voto che difficilmente determinerà svolte nella politica di Londra, ma che ha un grande valore simbolico e, in maniera inedita nel regno, impone all’agenda politica la questione palestinese. Intanto, in Svezia il governo di centrosinistra si prepara a ufficializzare il riconoscimento della Palestina.

A mettere all’ordine del giorno il tema è stato il Partito laburista, all’opposizione, e i deputati dovranno esprimersi più che sul riconoscimento in senso stretto, sulla opportunità che il governo britannico lo faccia. Insomma, è chiesto loro se ritengono che Londra debba riconoscere o meno lo Stato di Palestina. Un’opzione che Downing Street ha detto che prenderebbe in considerazione se fosse funzionale al processo di pace tra palestinesi e israeliani. Un negoziato naufragato la scorsa primavera e che il segretario di Stato Usa, John Kerry, ha rilanciato ieri dal Cairo.

I partiti hanno lasciato libertà di coscienza ai propri parlamentari, a eccezione dei laburisti. Il diktat, però, ha creato qualche malumore all’interno del partito d’opposizione e non è escluso che qualche esponente pro-israeliano si ribelli.

Tuttavia, l’esito di questa sorta di simulazione parlamentare avrà effetti più simbolici che pratici. Non è vincolante e non imporrebbe al governo conservatore di David Cameron alcun cambiamento della sua linea politica, definita “moralmente indifendibile” dall’ex ministro degli Esteri, Sayeeda Warsi, dimessasi durante l’offensiva israeliana contro la Striscia di Gaza in polemica con l’esecutivo. Per Warsi il riconoscimento darebbe nuovo impulso ai negoziati: “In qualche modo dobbiamo dare un nuovo respiro ai negoziati e uno dei modi per farlo è riconoscere lo Stato di Palestina”.

Nel 2012, l’Assemblea Generale dell’Onu ha approvato un riconoscimento de facto della sovranità palestinese. Nena News

– See more at: http://nena-news.it/palestina-prove-di-riconoscimento-in-gran-bretagna/#sthash.yQ9VZF7v.dpuf

 

 

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.