PALESTINA. Rapporto Onu pubblica i nomi di 112 compagnie che operano nelle colonie israeliane

0
130

tratto da: NENA NEWS

13 feb 2020

La lista è stata presentata ieri dall’Ufficio dei diritti umani delle Nazioni Unite: 94 sono aziende israeliane, le altre 18 hanno sede legale in altri stati. I palestinesi esultano: “Vittoria del diritto internazionale”. Rabbia a Tel Aviv: “Lavoro di un corpo fazioso e ininfluente”

Colonia israeliana (Foto: Reuters)

della redazione

Roma, 13 febbraio 2020, Nena News – L’Ufficio dei diritti umani delle Nazioni Unite ha pubblicato ieri una lista delle 112 aziende che hanno contatti con le colonie ebraiche nella Cisgiordania occupata palestinese. Di queste, 94 sono israeliane mentre 18 hanno sede legale in altri stati (Stati Uniti, Gran Bretagna, Lussemburgo, Paesi Bassi, Tailandia e Francia).

“Sono conscia che questa questione è stata e continuerà ad essere molto controversa – ha scritto in una nota Michelle Bachelet, l’alta Commissaria per i diritti umani delle Nazioni Unite – ma il rapporto non fornisce una caratterizzazione legale alle attività in questione”. In pratica, ha chiarito un portavoce di Bachelet, quanto pubblicato ieri non è una “lista nera” né qualifica l’attività delle suddette compagnie come illegali.

Eppure è evidente la ricaduta politica del rapporto: Israele teme ora che le aziende nominate possano essere più facilmente soggette alla campagna di boicottaggio portata avanti dai palestinesi e dai sostenitori internazionali della loro causa. La notizia è stata accolta ovviamente con gioia a Ramallah: “La pubblicazione di questa lista di compagnie e partiti che lavorano negli insediamenti è una vittoria per il diritto internazionale”, ha affermato Riyad al-Malki, il ministro degli Esteri dell’Autorità nazionale palestinese (Anp). “Chiediamo a queste aziende di chiudere immediatamente le loro sedi e le loro filiali negli insediamenti illegali israeliani perché la loro stessa presenza contraddice le risoluzioni internazionali dell’Onu” gli ha fatto eco sul suo account Facebook il premier palestinese Mohammad Shtayyeh. Shtayyeh ha poi aggiunto con eccessivo ottimismo che ora queste aziende verranno perseguite nelle “istituzioni e corti legali internazionali dei loro paesi per aver preso parte alle violazioni dei diritti umani in Palestina” e ha chiesto compensazioni “per aver usato la nostra terra occupata illegalmente”.

Se l’Autorità palestinese accoglie con favore il rapporto, Tel Aviv è profondamente indignata. Il premier Netanyahu ha subito definito il documento come “un lavoro di un corpo ininfluente e fazioso”. “Invece di occuparsi dei diritti umani, questo organismo prova a infangare il nome d’Israele – ha detto il primo ministro in una nota – noi respingiamo tale rapporto nei termini più forti e con disgusto”. Sulla stessa lunghezza d’onda il ministro degli esteri Israel Katz secondo cui il documento è una “vergognosa capitolazione” ai gruppi anti-israeliani.

Non ha commentato finora la notizia Washington che lo scorso 18 novembre ha dichiarato che le colonie israeliane in Cisgiordania non sono più illegali al punto da ritenerle, con il suo “Piano del secolo” presentato a gennaio, parte integrante dello stato d’Israele.

Tra le aziende indicate c’è Airbnb, il colosso on line che mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi. L’azienda ha già riconosciuto nei mesi scorsi di aver pubblicato annunci di stanze nelle colonie e, per provare ad alleggerire la pioggia di critiche contro di lei, ha detto lo scorso aprile che avrebbe donato i ricavi delle prenotazioni negli insediamenti alle organizzazioni umanitarie internazionali. Altra compagnia presente nella lista dell’Onu è la Cheerios della General Mills che si è difesa dicendo che il 50% dei suoi dipendenti è costituito da palestinesi che godono di pieni beneficit sociali. Nena News

http://nena-news.it/palestina-rapporto-onu-pubblica-i-nomi-di-112-compagnie-che-operano-nelle-colonie-israeliane/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.