Palestinesi colpiti con proiettili veri durante la manifestazione vicino a Al-Mughayyir

275

24 marzo 2017 | International Solidarity Movement, Ramallah team | Al-Mughayyir, Palestina occupata

Il 24 marzo 2017, la resistenza popolare in Al-Mughayyir, a nord-est di Ramallah, ha tenuto una manifestazione contro un nuovo avamposto illegale che è stato istituito circa 10 giorni fa da coloni israeliani che hanno sisitemato roulotte sulla terra palestinese. Edifici di base e infrastrutture sono già state costruite insieme a una nuova strada di accesso, che sono tutti protetti da filo spinato e la costante presenza di soldati israeliani. Munizioni letali sono state sparate contro i manifestanti palestinesi ferendone cinque, secondo un’agenzia di stampa palestinese.

IMG_1079-600x400

Le forze israeliane sparano gas lacrimogeni contro i manifestanti. Foto: ISM / Charlie Donnelly

La protesta, che ha mobilitato la gente di quattro città vicine e altri comitati di lotta popolare, è stata subito repressa dalle forze israeliane, che hanno sparato gas lacrimogeni, pallottole vere e proiettili di acciaio rivestiti di gomma contro i manifestanti, ferendo diversi palestinesi.


L’azione è iniziata con dimostranti palestinesi – che sono stati raggiunti da attivisti internazionali ed israeliani – che si sono raccolti in fondo alla collina, dove, secondo fonti locali, il nuovo avamposto può venire sostituito da un nuovo insediamento. Verso le 11:00, poco dopo che la manifestazione era iniziata, le forze israeliane di stanza presso l’insediamento illegale hanno cominciato a sparare candelotti di gas lacrimogeno nel tentativo di disperdere i manifestanti.

Gli scontri sono proseguiti con alcuni tentativi da parte dei palestinesi di avvicinarsi all’avamposto illegale. Tuttavia, le forze israeliane hanno iniziato a lanciare granate assordanti e a sparare sui manifestanti con entrambi i proiettili di acciaio rivestiti di gomma e munizioni dal vivo. Gas lacrimogeni sono stati sparati dalle forze israeliane durante la manifestazione e i palestinesi hanno risposto agli aggressori lanciando pietre e rinviando i lacrimogeni verso i soldati.

Palestinese scaglia un lacrimogeno indietro alle forze israeliane. Foto: ISM / Charlie Donnelly

I palestinesi portano un manifestante ferito, forse da munizioni letali. Foto: ISM / Charlie Donnelly

Verso le 12:30 le forze israeliane hanno stabilito una nuova posizione strategica ai piedi della collina, intensificando il loro uso di proiettili letali. Da qui, un soldato con un fucile da cecchino dotato di un silenziatore ha sparato contro i manifestanti con proiettili veri. Attivisti dell’ISM hanno assistito tre palestinesi che avevano subito lesioni da proiettili durante gli scontri. Anche se la manifestazione ha cominciato a disperdersi verso le 13:00, le forze israeliane hanno continuato a sparare gas lacrimogeni, mentre i manifestanti sono fuggiti per la collina per tornare ai loro villaggi. Le forze israeliane occupavano la strada che porta ad Al-Mughayyir.

Questo nuovo avamposto illegale viene stabilito sulla terra palestinese condivisa tra i villaggi di Al-Mughayyir, Abu Falah e Kufr Malik e sarà probabilmente usata per sostituire la colonia illegale di Amona recentemente sfrattata. Nonostante la pesante repressione da parte delle forze israeliane, la resistenza palestinese per l’annessione illegale della loro terra continua. L’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (2013) ha recentemente documentato la violenza dei coloni contro i residenti di Al-Mughayyir.

Foto: ISM / Charlie Donnelly

 

Palestinesi colpiti con proiettili veri durante la manifestazione vicino a Al-Mughayyir

http://reteitalianaism.it/reteism/index.php/2017/03/25/palestinesi-colpiti-con-proiettili-veri-durante-la-manifestazione-vicino-a-al-mughayyir/

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.