Parlamentare Likud: colonie buone per la pace

0

12 Giu 2013

Il vice primo ministro, Ofir Akunis, ha fatto sua la posizione di Netanyahu secondo la quale la costruzione delle colonie non è un impedimento alla soluzione negoziata con i palestinesi.

 
immagine1

Secondo quanto riportato da Ha’aretz ieri, “la passata esperienza ha dimostrato che uno stop delle costruzioni ha solo spinto i palestinesi lontano dal negoziato con Israele. ‘La politica del Likud è chiara: il nostro appello ai palestinesi ad aderire a negoziati diretti senza precondizioni è già in atto’, ha detto Akunis”.

Akunis – lo stesso parlamentare che nella precedente legislatura ha proposto una legge per limitare i finanziamenti stranieri alle organizzazioni politiche e che nel 2011 ha sostenuto in tv il senatore Joe McCarthy – ha essenzialmente detto che più colonie Israele costruisce e più facile sarà giungere ad un accordo con i palestinesi. Ovvero, il congelamento della colonizzazione non fa che allontanarli.

Intanto, l’ex ministro degli Esteri Avigdor Lieberman è uscito fuori con quella che è probabilmente la dichiarazione più pragmatica e moderata che hai mai reso: c’è stato un congelamento de facto delle costruzioni a Gerusalemme Est visto che nessun nuovo bando di gara è stato emesso. Ha spiegato che questo “temporaneo stop” serve a dare al segretario di Stato americano John Kerry una possibilità per giungere alla pace.

 

Mairav Zonszein
+972mag.com

Inviato da aicitaliano il Mer, 12/06/2013 – 08:55

http://www.palestinarossa.it/?q=it/content/aic/parlamentare-likud-colonie-buone-la-pace

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.