Presenza militare continua a Umm Al-Kheir minacciata dalla demolizione

Posted on  by Admin2

22 agosto 2017 | International Solidarity Movement, al-Khalil team | Um Al-Kheir,  Palestina occupata

Tre giovani palestinesi sono stati arrestati dalle forze di occupazione israeliane venerdì 19 agosto. Gli uomini, residenti della comunità beduina Um Al-Kheir, sono stati tenuti dai soldati per due ore e costretti a sedersi contro la recinzione che si estende fino al vicino insediamento illegale. Quattro soldati armati hanno spintonato la folla circostante, inclusi i membri del team ISM di Al-Khalil.

Soldati che detengono tre uomini palestinesi

Domenica sera, membri della squadra di Al-Khalil hanno viaggiato nel piccolo villaggio di Um Al-Kheir, situato proprio accanto al villaggio illegale di Carmel, nelle South Hebron Hills. Al loro arrivo, un veicolo militare era sistemato sulla strada che porta al villaggio, con tre uomini detenuti dalle forze militari. Gli uomini detenuti erano Akram Hathaleen (21 anni), Aala Hathaleen (20 anni) e Mahmoud (33 anni).

Soldati che spingono indietro gli abitanti del villaggio

Secondo i quattro soldati, uno dei giovani si era arrampicato  sulla recinzione a Carmel, che è quanto meno improbabile dato il reticolato con lamette di rasoio che circonda l’insediamento illegale israeliano. I locali cittadini hanno sottolineato che probabilmente gli uomini hanno semplicemente cercato di accedere ai terreni agricoli appartenenti alla loro comunità.

Soldato israeliano che controlla gli abitanti del villaggio

Dopo circa due ore gli uomini sono stati liberati, con uno degli uomini che ha avuto ordine di presentarsi alla stazione di polizia di Kiryat Arba il giorno successivo.
La presenza militare è stata prevalente ultimamente nei dintorni di Um Al-Kheir a seguito di un rigoroso ordine di demolizione. Tra le 70 strutture appartenenti al villaggio, solo due di loro rimarranno dopo che i militari eseguiranno l’ordine e distruggeranno le case. Naturalmente, questo significa la fine di un villaggio appartenente ad una comunità beduina che ha vissuto in questa zona per generazioni.

 

Cosa rimane di una casa demolita a Umm Al-Kheir

Il villaggio ha affrontato le demolizioni quasi ogni anno dal 2008, con reti idriche e fino a 17 strutture distrutte ogni anno. I coloni di Carmel spesso esaminano la comunità con i droni per individuare la costruzione e inviare il filmato all’amministrazione civile israeliana.
A causa della piccola distanza dell’insediamento Carmel, Um Al-Kheir perde sempre di più l’accesso alla propria terra. Nonostante fosse stato fondato come un avamposto militare nel 1980, i primi coloni vi si trasferirono intorno al 2008. Nel 2012 occuparono una montagna vicina, dove i pastori ora hanno bisogno di un permesso per attraversare con le loro mandrie. A causa della rapida espansione dell’insediamento, il tempo per arrivare ai pascoli è aumentato da cinque minuti a quasi un’ora.

 

 

 

Presenza militare continua a Umm Al-Kheir minacciata dalla demolizione

Presenza militare continua a Umm Al-Kheir minacciata dalla demolizione

Contrassegnato con i tag: , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam