Prigioniero palestinese muore nelle carceri israeliane per negligenza medica

321

Articolo pubblicato originariamente su Wafa e tradotto in italiano da Bocche Scucite

Il prigioniero palestinese Sami al-Amour è morto giovedì mattina nelle carceri israeliane a causa di una deliberata negligenza medica, secondo la Palestinian Prisoner’s Society (PPS).

La PPS ha dichiarato in un comunicato stampa che al-Amour, 39 anni, residente nella città di Deir al-Balah, nella Striscia di Gaza, è morto nella sua cella questa mattina a causa di una sistematica e intenzionale negligenza medica durante il suo periodo di detenzione,

Ha inoltre aggiunto che al-Amour è stato arrestato nel 2008 e condannato a 19 anni di reclusione, durante i quali gli sono state negate le visite dei familiari. Soffriva di una malattia cardiaca congenita, ma la deliberata negligenza medica israeliana e le dure condizioni di detenzione hanno causato un grave deterioramento della sua salute.

Alcuni giorni fa è stato trasferito dalla prigione di Nafha alla prigione di Asqalan, prima di essere trasferito al Soroka Medical Center, dove è stato sottoposto a due interventi chirurgici prima di essere dichiarato morto.

Il PPS ritiene le autorità di occupazione israeliane pienamente responsabili della morte di al-Amour, poiché il Servizio penitenziario israeliano (ISP) mantiene una politica sistematica di negligenza medica contro i prigionieri palestinesi, la stessa che ha causato la morte di altri prigionieri, in particolare Hussein Masalma e il prigioniero malato di cancro Kamal Abu Wa’er.

Il PPS Ha esortato i gruppi legali e per i diritti umani a intraprendere un’azione seria e immediata per assicurare il rilascio di tutti i palestinesi malati dalle prigioni israeliane e garantire che ai prigionieri siano offerte cure mediche adeguate.

La morte di Al-Amour porta a 227 il numero totale di prigionieri morti nelle carceri israeliane dall’inizio dell’occupazione israeliana della Cisgiordania e di Gaza nel giugno 1967. L’IPS continua a trattenere i corpi di sette prigionieri.

Secondo i dati palestinesi, circa 4.650 palestinesi, tra cui 34 donne e circa 160 minori, si trovano attualmente nelle strutture di detenzione israeliane.

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.