Programma e relatori della giornata ONU

0
108

 

Img2-5

Diventa internazionale il Convegno promosso da Pax Christi Italia nella Giornata annuale che l’ONU dedica ai diritti del popolo palestinese. Nell’Anno Internazionale per la Palestina, Lucca diventa il centro di un grande evento a dieci anni dalla condanna da parte dell’Assemblea dell’ONU della costruzione del ‘Muro’ e dal lancio della Campagna “Ponti e non Muri”. Un cantiere formato da tanti Focus che vuole rilanciare il ruolo della società civile internazionale, la lotta nonviolenta e l’impegno della Comunità internazionale per la Pace nella Giustizia.

PROGRAMMA

Ten years too long

9.30 Introduzione e saluti

9.45 FOCUS: La campagna Ponti e non Muri dieci anni dopo – La società civile internazionale si racconta. NANDINO CAPOVILLA incontra: José Henriquez, Stephanie Westbrook, Annibale Rossi, Stefano Gambini

11.30 FOCUS: La comunità internazionale. Come le Nazioni Unite stanno lavorando per la pace, la giustizia e i diritti umani Luisa Morgantini, Ray Dolphin, Niccolò Rinaldi

 

Un popolo senza stato. Fino a quando?

14.30 FOCUS: La politica israeliana tra occupazione e massacro. Le parole per dirlo
Norberto Julini incontra Gideon Levy

16.15 FOCUS: Come è cambiata la resistenza palestinese in 12 anni di muro di apartheid
Anna Clementi incontra: Mohammed Khatib e Wasim Dahmash

Letture di poesie di Darwish tra un Focus e l’altro nella nuova traduzione di Wasim Dahmash, esibizione di danze popolari ebraiche e palestinesi eseguite da “GIRANDOLA A.S.D. Danze Tradizionali Popolari” ed esposizione delle opere partecipanti al Concorso nazionale di Arte contemporanea “I popoli che resistono” organizzato dal Centro di documentazione InvictaPalestina – Lamezia.

 

I relatori
Img6-8JOSÉ HENRIQUEZ (Segretario di Pax Christi International) Pax Christi Internazionale è un movimento globale cattolico per la pace ed una rete che lavora per agevolare la realizzazione di Pace, Rispetto per i Diritti Umani, Giustizia e Riconciliazione in aree del mondo tormentate da conflitti. Esso si radica nella convinzione che la pace sia possibile e che i circoli viziosi di violenza e ingiustizia possano essere rotti.

 

 

 

Img6-9STEPHANIE WESTBROOK (Movimento BDS) La campagna di Boicottaggio, Disinvestimento e Sanzioni (BDS) è un movimento globale contro lo stato di Israele fino a quando esso non si uniformerà al Diritto Internazionale e non riconoscerà i diritti del popolo palestinese. È stato lanciato dalla società civile palestinese nel 2005 ed è coordinato da una commissione nazionale formatasi nel 2007. Il BDS rappresenta una strategia che permette alla gente comune di tutto il mondo di giocare un ruolo efficace nella lotta palestinese per l’ottenimento della giustizia.

 

 

Img6-10MASSIMO ANNIBALE ROSSI (Associazione Vento di Terra) Abbiamo scelto di operare nei territori di frontiera tenendo salde le finalità di difesa dei diritti umani e dell’ambiente, dando cittadinanza all’infanzia quando questa viene violata, soprattutto dove prevale la grammatica della violenza, delle armi e dello sfruttamento. Mettiamo in campo competenze in ambito educativo, formativo e sociologico. Crediamo che un intervento, se efficace e a misura di territorio, possa divenire un modello e contribuire al cambiamento. Per questo difendiamo l’idea di un intervento pensato e gestito dal basso, su piccola scala. I nostri progetti nascono sempre da una proposta della comunità locale. La nostra metodologia privilegia le reti sul territorio, i percorsi di progettazione partecipata e gli scambi interculturali.

 

Img6-11STEFANO GAMBINI (GVC onlus) GVC-Gruppo di Volontariato Civile, è un’organizzazione non governativa laica e indipendente, nata a Bologna nel 1971. È attiva nella cooperazione internazionale con strategie complesse d’intervento: dall’assistenza umanitaria a popolazioni colpite da conflitti e catastrofi naturali alla ricostruzione, dalla sanità alla sicurezza alimentare, dallo sviluppo rurale all’educazione, dalla tutela delle donne all’infanzia.

 

 

 

Img6-12LUISA MORGANTINI Da gennaio 2007 è stata eletta Vicepresidente del Parlamento Europeo con l’incarico delle politiche europee per l’ Africa e per i diritti umani. È nelle seguenti Commissioni: per lo sviluppo, per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere, Affari Costituzionali, Sottocommissione per i diritti dell’uomo. È membro della Delegazione per le relazioni con il Consiglio legislativo palestinese; della Delegazione all’Assemblea parlamentare Euromediterranea; della Delegazione all’Assemblea parlamentare paritetica ACP-UE. Fa parte del gruppo di lavoro per l’osservazione elettorale e nell’intergruppo Iniziative per la pace. È tra le fondatrici della rete internazionale delle Donne in nero contro la guerra e la violenza, è inoltre nel coordinamento nazionale dell’Associazione per la pace, un movimento per la non violenza e la pace.

 

Img7-13RAY DOLPHIN (Rappresentante ONU-OCHA) Lavora nei territori occupati palestinesi come ‘specialista in barriere’. E’ fra l’altro autore del libro ‘The West Bank Wall: Unmaking Palestine’. L’ufficio per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) fa parte del segretariato dell’ONU ed è condotto da Valerie Amos. Stabilito nel 1998, l’OCHA è incaricato della mediazione fra gli attori in gioco al fine di raggiungere una risposta coerente alle emergenze umanitarie.

 

 

 

Img7-14NICCOLÒ RINALDI È stato responsabile dell’informazione per le Nazioni Unite in Afghanistan dal 1990 al 1991. In questo periodo ha scritto alcuni libri. Successivamente è divenuto consigliere politico al Parlamento europeo per il gruppo ALDE (Alliance of Liberals and Democrats for Europe) fino a raggiungere, nel 2000, la carica di Segretario Generale aggiunto del gruppo. Nel 2009 è stato eletto al Parlamento europeo con Italia dei Valori ed é attualmente Capo-delegazione. È vicepresidente del gruppo Alleanza dei Liberali e dei Democratici

 

 

Img7-15GIDEON LEVY (Giornalista Israeliano) Scrive articoli di opinione ed è colonnista settimanale per il quotidiano israeliano ‘Haaretz’, giornale che spesso si interessa del tema dell’occupazione israeliana dei territori palestinesi. Giornalista di valore e fama della sinistra israeliana, Levy è stato definito da alcuni come un ‘giornalista eroico’, da altri come un ‘propagandista di Hamas’.

 

 

 

Img7-16WASIM DAHMASH Insegna Lingua e Letteratura Araba presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Cagliari. Fa parte anche della Onlus Gazzella che molto sta facendo a Gaza. Vive in Italia e ha dedicato la maggior parte del suo tempo alla lingua araba e alla sua traduzione italiana. Fra i libri da lui curati,oltre alle numerose traduzioni e le antologie di letteratura araba, anche testi che ha dedicato alla grammatica araba in generale e a quella damascena, suo luogo di nascita. Non meno importante è la sua attività politica che lo ha portato ad essere un esponente di spicco dell’OLP in Italia. La persona forse più adatta a parlare di arte e resistenza, per la liberazione della Palestina che ogni giorno appare sempre più una chimera.

 

Img7-17MOHAMMED KHATIB (Coordinatore della Commissione per la Lotta Popolare Nonviolenta) Proviene dal villaggio di Bil’in, distante pochi chilometri da Ramallah, dove da anni conduce una lotta nonviolenta per la difesa delle terre del villaggio in continua minaccia di esproprio. La Commissione per la Lotta Popolare Nonviolenta è un movimento nato dal basso per coordinare le attività dei villaggi oppressi dalla costruzione del Muro e dalla crescente presenza delle colonie.

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.