Razzi dal Libano su Israele, che risponde con l’artiglieria

29/11/2011

Katyusha nella notte sulla Galilea, sparati da una milizia non legata ad Hezbollah. Nessuna vittima

Quattro razzi Katyusha sono stati sparati nella notte dal sud del Libano contro il nord d’Israele, provocando danni ma nessuna vittima. L’esercito israeliano ha parlato di “grave incidente”, aggiungendo di ritenerne responsabile il governo libanese che non è riuscito a impedirlo.

L’artiglieria israeliana ha risposto sparando diversi razzi contro l’area dalla quale è partito l’attacco, nella zona di Ayta Shaab. Anche in questo caso, nessuna vittima, solo danni materiali.

I Katyusha si sono abbattuti nel nord della Galilea, nei villaggi di Netùah e Ber’init, poco dopo la mezzanotte. Uno dei quattro missili ha colpito un deposito di gas provocando un incendio che i pompieri hanno dovuto combattere per ore, un altro ha devastato un pollaio.

Un portavoce militare a Tel Aviv ha sottolineato che si tratta dei primi missili sparati dal Libano dall’ottobre 2009. I servizi di sicurezza israeliani, riferisce il sito di Haaretz, non accusano la milizia del partito sciita Hezbollah, ma ritengono che l’attacco sia opera di una piccola fazione islamista palestinese.

Il comando dell’esercito libanese ha confermato che dal suo territorio un missile è stato sparato da “assalitori sconosciuti” contro Israele, aggiungendo che si sta indagando sull’incidente. Al momento non vi è stata alcuna rivendicazione.

 

http://it.peacereporter.net/articolo/31844/Razzi+dal+Libano+su+Israele%2C+che+risponde+con+l%27artiglieria+

 

Contrassegnato con i tag: , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam