Refusnik israeliano di nuovo in carcere

0

14 Nov 2012

Moriel Rothman (il secondo da sinistra) fuori dagli uffici di Ammunition Hill, a Gerusalemme Est, il 24 ottobre. Rothman rifiuta il servizio militare per ragioni di coscienza, come forma di protesta contro la violenza strutturale e l’occupazione israeliana dei Territori Palestinesi.

L’israeliano Moriel Rothman è stato condannato ad altri dieci giorni di carcere per aver rifiutato di servire nell’esercito israeliano. A seguire un estratto del suo racconto sull’ultimo interrogatorio.

Comandante: “Salve. Cosa ci fa un bravo ragazzo come te in prigione?”

Moriel: “Beh, sono un pacifista”

C: “Oh, capisco. Oh”

M: “Sì…Vorrei essere condotto di fronte alla Commissione di Coscienza”.

C: “Verificheremo alcune cose e ti faremo sapere. Aspetta fuori”.

C: “Torna dentro!”

M: “Sì?”

C: “Abbiamo verificato”

M: “Ok”

C: “Sembra che la tua richiesta sia stata rigettata per alcune ragioni”

M: “Ovvero?”

C: “Non rientri nei criteri”

M: “Quali criteri?”

C: “Non possiamo dirtelo”

Yoav Hass, un membro di Yesh Gvul, stringe la mano a Moriel, solidale con la sua scelta

M: “Oh, ok. Posso vedere una commissione?”

C: “Quello che possiamo fare è questo: seguirai il training di base, non prenderai in mano una pistola e poi riconsidereremo la questione”.

M: “No. Rifiuto di fare il training di base. Rifiuto di prendere parte in questo sistema. C’è qualcun altro con cui posso parlare?”

C: “Lo sai, non abbiamo scelta se non di fare dell’esercito quello che vogliamo”

M: “S’, certo, ‘l’esercito è contro la violenza’. Posso vedere una commissione?”

C: “Aspetta fuori”

Soldato: “Moriel Rothman?”

M: “Sì?”

S: “Seguimi”

M: “Dove andiamo? Dalla commissione?”

S: “Passerai attraverso la  ‘catena della militarizzazione’ (spari, fotografie, uniformi, numeri, lotta contro i cinghiali)”

M: “No, non lo faccio”

S: “Vieni con me, gli dirai quello che vuoi”

M: “Ok”

Abbracciato da un’amica. Noam Gur (dietro a sinistra) è stato anch’egli arrestato per aver rifiutato il servizio militare

Il soldato mi porta nella Stanza Weirdos. Lì mi dicono che vedrò un altro comandante e li deciderà cosa fare. Ok, intanto comincio a parlare con altre persone nella stanza, che mi incoraggiano e mi dicono di non aver paura, che noi siamo più forti di questo sistema.

Poi, ancora, mi portano dallo Scontroso Uomo Bianco.

SUB: “Ancora tu?”

M: “Sì”. Gli consegno la mia lettera in cui chiedo di vedere una commissione.

SUB: “Ho visto che l’esercito ha già rifiutato la tua richiesta, quindi hai già la tua risposta”

M: “Penso sia ridicolo che l’esercito è così impostato da costringere chi si oppone alla violenza a unirsi a suoi ranghi”

SUB: “Penso che tu sei ridicolo! Devi indossare un uniforme e dopo ascolteremo le tue stupide richieste”.

M: “Ma questa è la mia richiesta: non voglio indossare un uniforme”

SUB: “Una vergogna. Sei in arresto. Buona fortuna”.

 

Alternative Information Center
Foto di Ryan Rodrick Beiler

http://www.palestinarossa.it/?q=it/content/aic/refusnik-israeliano-di-nuovo-carcere

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Protected by WP Anti Spam

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.