Richard Silverstein : A KHUZAA, Gaza esecuzione di massa da parte di Israele?

363
domenica 17 agosto 2014
immagine2

Sintesi personale

 Yizhar Smilansky  ha scritto alcuni dei racconti più brucianti della brutalità e l’immoralità delle tattiche Palmach contro la popolazione palestinese nativa. Uno di questi era intitolato  Hirbet Hiza e narrava dell’  l’espulsione ingiusta degli abitanti del villaggio palestinese dalle loro case.
In quei giorni, quando il partito laburista governava Israele  Yizhar   fu accolto nella élite politica .Oggi, naturalmente, Yizhar  sarebbe persona non grata. Non c’è più tolleranza  verso le voci dissidenti  e Israele non ha più spazio per i profeti  biblici o letterari.
Nelle ultime settimane  sia gli israeliani che gli stranieri  hanno cominciato a sentire voci di  massacri israeliani ed esecuzioni di massa nella zona di Gaza chiamato Khuza’a.Ecco il racconto di Jesse Rosenfeld e di Idan Landau

Khuza’a è un villaggio nella parte meridionale di Gaza, a est di Khan Younis, a 500 metri dal confine. Sul lato opposto della barricata   vi è il Kibbutz Nir Oz. Nel villaggio sono 10.000 residenti (alcuni dicono 14.000) che si dedicano  principalmente  all’ agricoltura. 
 Lo Stato di Israele ora ha  cancellato questo luogo dalla faccia della terra. Decine, se non centinaia di residenti sono sepolti sotto le macerie.Questo è accaduto meno di un mese.
Ora c’è tranquilla a Khuza’a. Il silenzio della morte.

Improvvisamente giornalisti locali e residenti stanno gridando da una casa ai margini del fronte. La piccola casa di famiglia è ancora intatta, ma il puzzo della carne in putrefazione  è insopportabile.Un cadavere , parzialmente avvolto nel tappeto, è in parte bruciato e in parte in decomposizione non è riconoscibile . Testimoni dicono che vi sono almeno sei corpi ammassati all’interno di questa stanza piastrellata  Le pareti sono intrise di sangue e ‘sono butterate di fori di proiettile che  sembrano  sparati da un’arma automatica . Alcuni dei fori dei proiettili sono in linea, come se la pistola stesse mirando a tutti gli  obiettivi ad altezza d’uomo .  La casa è piena di involucri dei proiettili utilizzati nei fucili d’assalto.I corpi bruciati e le piastrelle incrostate di fuliggine sembrano indicare una piccola esplosione  Essi sono contrassegnati sul fondo come “IMI” (Israel Military Industries).

Che cosa è successo qui? E ‘il tipo di posto e il tipo di incidente può essere studiato per anni. Potremmo sentire che … un soldato israeliano solitario  è  impazzito e ha iniziato l’omicidio di prigionieri. Potrebbero  essere membri di un ‘unità dell’esercito che  ha deciso di scaricare la rabbia contro di loro loro .Possono esserci molte teorie.  Abu Shaar Naban  racconta: 
“Quando siamo entrati in bagno, ho trovato i corpi di persone  accatastati  in un angolo. Sembravano  “fuse” .
Ia casa abitavano nove membri di una famiglia :  Abu Al Sharif, la moglie e quattro figlie 

Chi era il comandante generale che ha eseguito questo abominio? Chi è stato il Macellaio di Khuza’a?  :IDF Col. Ofer Winter
. Lo stesso che ha ordinato ai suoi soldati di combattere una guerra santa contro il Filisteo / palestinese profanatore del Dio di Israele. Lo stesso che ha ordinato di lanciare una bomba a mano e sparare indiscriminatamente nel tunnel in cui era stato trascinato Lt. Hadar Goldin.Lo stesso che ha ordinato bombardamenti a tappeto di Rafah dove 150 palestinesi  furono uccisi in poche  ore. Lo stesso che non ha permesso alle sue truppe di ascoltare un artistamusicale israeliana donna per rispettare i dettami degli ebrei ortodossi 
 Idan Landau: 

Khuza’e  Hiza.:  65 anni separano i due  avvenimenti . L’espulsione di  Hiza, ” rimase per anni come ricordo della vergogna israeliano. In Winter Khuza’a  decine di civili innocenti sono stati massacrati nella piena luce del giornoQuesto è il nuovo splendore divino di Israele, lontano anni luce dalla vergogna dimenticata [di Hiza del 1948].

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.