Richard Silverstein // Quid Pro Quo Israele-USA-Marocco: il Marocco si normalizza con Israele, gli USA riconoscono l’annessione del Sahara occidentale

599

tratto da: https://frammentivocalimo.blogspot.com/2020/12/richard-silverstein-quid-pro-quo.html

 

Israel-U.S.-Morocco Quid Pro Quo: Morocco Normalizes With Israel, U.S. Recognizes Western Sahara Annexation

Traduzione  sintesi

Nell’ultimo mese in carica Donald Trump ha consegnato a Bibi Netanyahu un altro regalo, limitando ulteriormente le opzioni di politica mediorientale del presidente eletto Biden. Oggi il Marocco ha annunciato che normalizzerà le relazioni con Israele, diventando il quarto stato arabo a farlo. Il prezzo  richiesto era alto: chiedeva agli Stati Uniti di riconoscere la conquista del Marocco del Sahara occidentale, territorio rivendicato dai suoi abitanti indigeni e dal loro movimento nazionale, il Fronte di liberazione del Polisario.  Il Polisario ha combattuto per l’indipendenza per decenni, da quando la Spagna si è ritirata dalla sua colonia e il Marocco l’ha sostituita come potenza coloniale al potere.

polisario

Stendardo nazionale del Fronte Polisario

Nessun ente internazionale ha riconosciuto le rivendicazioni marocchine sul territorio. Allo stesso modo  nessun paese o organismo globale ha riconosciuto le rivendicazioni israeliane sulla Palestina, tranne Donald Trump. I precedenti governi degli Stati Uniti sono stati d’accordo con questo consenso e hanno  negato il riconoscimento.  Trump ha rotto con decenni di politica statunitense e ha riconosciuto la sovranità israeliana su Palestina, Golan Gerusalemme,  anticipando qualsiasi potenziale riconoscimento di uno stato palestinese da parte di un futuro governo degli Stati Uniti e rendendo effettivamente impraticabile l’opzione dei due stati.

La normalizzazione marocchina rispecchia  lo stesso processo seguito per il Sudan.  Il Sudan  cercava disperatamente una carota che solo gli Stati Uniti potevano fornire: il suo precedente governo islamista aveva protetto Osama bin Laden e fornito un rifugio sicuro per altri terroristi islamiciIn risposta il governo federale ha aggiunto il Sudan alla sua lista di terroristi internazionali. Ha inoltre consentito numerose azioni legali contro il governo del paese da parte di sopravvissuti a vari attacchi terroristici ai quali  l’ex governo sarebbe stato collegato. Questo ha bloccato efficacemente qualsiasi potenziale aiuto statunitense o contatti commerciali. Questa lista nera ha anche privato il Sudan di legittimità e lo ha isolato a livello internazionale.

Dopo il rovesciamento del dittatore Omar Bashir, il nuovo governo deve affrontare enormi difficoltà economiche e una povertà estrema. Eppure non può fare nulla senza la revoca della designazione di stato terrorista. Trump ha promesso al Sudan che se avesse riconosciuto Israele, avrebbe provveduto alla rimozione del Sudan dalla lista. Ha anche promesso che in cambio di un pagamento di 335 milioni di dollari, gli Stati Uniti avrebbero esonerato il Sudan dalle cause attuali e future. Un elemento necessario per farlo è l’approvazione del Congresso. Tale ipotesi  è stata proposta in Aula, ma non ancora approvata. Il Sudan si rifiuta di portare a termine il suo impegno a meno che gli Stati Uniti non onorino il loro.

Rimane una tremenda opposizione alla normalizzazione all’interno del governo di transizione civile-militare. La maggioranza dei sudanesi rimane profondamente solidale con i palestinesi e ostile a Israele, ma i militari dipendono dagli Emirati Arabi Uniti per i finanziamenti. Gli emirati hanno normalizzato i loro rapporti  con Israele e stanno facendo pressioni sul generale sudanese, che guida la transizione, a fare lo stesso. Tuttavia i membri non militari nella coalizione di governo rimangono scettici. Anche dopo che la normalizzazione è stata annunciata dal governo, altri hanno espresso la loro opposizioneIl risultato finale non è affatto certo.

Come ho scritto qui dopo la prima serie di annunci di normalizzazione, questi accordi sono estremamente deboli perché sono di natura transazionale, piuttosto che basati su principi legali o valori morali. Anche i tanto pubblicizzati “espedienti” di Trump a Netanyahu non sono basati su alcuna politica o strategia guida. A Trump potrebbe importare poco di Israele e dei suoi interessi, ma a si è reso conto che coccolare Israele è una delle chiavi del voto evangelico. Quindi il suo  dichiararsi il miglior amico che Israele abbia mai avuto alla Casa Bianca, è una farsa. Saranno danneggiati   enormemente gli interessi a lungo termine degli Stati Uniti nella regione.

La  rimozione del Sudan dalla lista del terrore  esigendo che il paese faccia qualcosa alla quale  la maggior parte dei suoi cittadini si oppone per ottenere questo risultato, garantisce instabilità politica all’interno. I leader che riconoscono Israele saranno denigrati per questo,  ma  a Netanyahu e  a Trump non interessa perché non hanno una visione strategica a lungo termine. Agiscono per un guadagno politico personale a breve termine.

L’elenco delle relazioni interrotte tra alleati che alla fine si sono traditi a vicenda, quando le carte sono cambiate è lungo: Israele ha aiutato sia Hamas che Hezbollah contro il  potere  dell’organizzazione Fatah di Arafat; gli Stati Uniti hanno fornito armi ai Mujahadeen in Afghanistan nel tentativo di rimuovere i russiHitler ha forgiato il Patto Molotov con Stalin per poi  invadere la Russia;  la leadership dell’Irgun e quella degli Yishuv iniziarono separatamente negoziati con i nazisti,  poichè credevano che potesse promuovere i propri interessi politici.

In altre parole  questi accordi di  normalizzazione sono costruiti sulla sabbia. Alleanze convenienti contro nemici comuni come l’Iran, ma  i nemici si trasformano in alleati e viceversa in un batter d’occhio. Soprattutto in Medio Oriente.

ben barka

Mehdi Ben Barka, assassinato dal Mossad e dai servizi segreti marocchini, nell’ombra

I sordidi segreti di Israele riguardo al Marocco

Ronen Bergman ha descritto le relazioni segrete di lunga data di Israele con il Marocco. Di nuovo l’intelligence israeliana e la monarchia marocchina si sono usate  a vicenda per cercare un vantaggio sui rispettivi nemici. In tal modo, sia Israele che il Marocco, hanno tradito i propri alleati. È un gioco profondamente cinico che Israele gioca fino in fondo.

C’è un  caso particolarmente raccapricciante sul quale, Bergman scivola con poca elaborazione. Il Mossad puntava al leader anticolonialista marocchino, Mehdi Ben Barka. Gli si avvicinò e gli offrì assistenza per rovesciare il re Hassan. Una volta  entrato nella rete dell’agenzia di spionaggio, informò Hassan che Ben Barka stava complottando contro di lui. L’intelligence marocchina e il Mossad collaborarono quindi ad attirarlo dalla Svizzera a Parigi con lo stratagemma di partecipare a un importante documentario cinematografico. Lo aspettavano in un appartamento che gli israeliani avevano affittato. In esso Ben Barka fu  torturato e infine ucciso da agenti marocchini.

Dopo il fatto, il Mossad affermò  di non sapere che l’intento era quello di uccidere Ben Barka. Disse  che aveva partecipato solo al rapimento, ma non all’omicidio. Questa versione  è minata dal seppellimento del suo corpo da parte del Mossad in una foresta. Sebbene Bergman affermi che il corpo non è mai stato ritrovato, ciò non esclude l’enormità del crimine.

Nel 2000, Paris Match ha intervistato uno dei rapitori della vittima che ha rivelato che il corpo era stato sepolto in una foresta, ceduta  dal governo francese a quello marocchino, sul quale ha costruito un’enorme moschea. Il parcheggio del santuario ora copre la tomba sotto molti piedi di cemento. Un altro resoconto di uno dei principali cospiratori dice che il corpo è stato rispedito in aereo in Marocco e sciolto nell’acido (la stessa sorte di Jamal Khashoggi, assassinato in modo simile da una banda di teppisti sauditi che lavorano sotto la direzione del principe ereditario di quel paese).

 

 

https://frammentivocalimo.blogspot.com/2020/12/richard-silverstein-quid-pro-quo.html

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.