SAMER ISSAWI DI NUOVO IN CARCERE

389

23 giugno 2014

 immagine1

Riarrestato Samer al-Eesawi 

Lunedi 23 Giugno 2014 23:08 da Chris Carlson – 1 di International Middle East Media Center Group Editorial 


Le forze israeliane hanno di nuovo arrestato l’ex prigioniero Samer al-Essawi, dopo un assalto alla sua casa ad al-Eesawiya.

Al-Eesawi ha scontato dieci anni nelle carceri israeliane e divenne un’icona riconosciuta a livello internazionale per il movimento dei prigionieri dopo aver trascorso nove mesi in sciopero della fame lo scorso anno . Il Palestine News Network (PNN) riferisce che Samer era stato rilasciato, insieme a 1.027 prigionieri palestinesi, a seguito di un accordo mediato dall’Egitto tra Hamas e il governo israeliano per il ritorno di Gilad Shalit. Nel luglio del 2012, tuttavia, è stato nuovamente arrestato per aver violato i termini della sua liberazione, quando lasciò Gerusalemme, in Cisgiordania.

Condannato a 8 mesi, per includere possibilmente una reintegrazione del resto della sua originaria condanna a 26 anni, Essawi ha iniziato uno sciopero della fame nel mese di agosto 2012. Nel mese di aprile dello scorso anno, quando un accordo è stato finalmente raggiunto in cui doveva scontare otto mesi per violazione della sua cauzione, e poi liberato a Gerusalemme, Samer ha annunciato la fine del suo sciopero.

Oggi, le forze israeliane hanno fatto irruzione nel villaggio di al-Essawi, dove gli scontri sono scoppiati con i residenti, prima di irrompere in casa di Samer e arrestarlo di nuovo.

Secondo Ma’an , le forze militari hanno arrestato 37 palestinesi nella Cisgiordania occupata, in precedenza, mentre la campagna di arresti di massa di Israele è continuata per l’undicesimo giorno. Israele accusa Hamas del sequestro di tre adolescenti israeliani dall’ insediamento israeliano illegale di Gush Etzion, vicino a Betlemme, anche se nessuna prova è effettivamente stata presentata per determinare che un rapimento ha avuto luogo, figuriamoci da Hamas.

Il portavoce militare israeliano Generale Motti Almoz ha detto, domenica, che tutte le informazioni indicano che gli adolescenti “sono vivi”.

La sorella di Samer, Shireen, è stata arrestata con i loro fratelli Medhat e Shadi in marzo. Essi non sono stati incriminati, ma Israele ha rifiutato di rilasciare alcun dettaglio circa il loro arresto, in linea con il comportamento tipico della politica di Detenzione Amministrativa . La detenzione di Shireen è stata estesa dal sistema giudiziario israeliano tre volte, ora, secondo il PNN. Nel gennaio del 2013, la casa del fratello Ahmad Issawi è stata rasa al suolo.

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

…………………………………………………………………………

http://www.imemc.org/article/68203

Samer al-Eesawi Re-arrested

 Monday June 23, 2014 23:08  by Chris Carlson – 1 of International Middle East Media Center Editorial Group

Israeli forces have again arrested former prisoner Samer al-Essawi, after storming his house in al-Eesawiya.

samer_issawi_340_220.jpg

Al-Eesawi served 10 years in Israeli jails and became an internationally recognized icon for the prioners’ movement after spending 9 months on hunger strike last year.

The Palestinian News Network (PNN) reports that Samer was released, along with 1027 Palestinian prisoners, as a result of an Egypt-brokered deal between Hamas and the Israeli government for the return of Gilad Shalit.

In July of 2012, however, he was re-arrested for violating the terms of his release when he left Jerusalem into the West Bank.

Convicted for 8 months, to possibly include a reinstatement of the rest of his original 26 year sentence, Essawi began a hunger strike in August, 2012.

In April of last year, when a deal was finally reached where he was to serve 8 months for violating his bail, and then be released to Jerusalem, Samer announced the end of his strike.

Today, Israeli forces raided al-Essawi’s village, where clashes broke out with residents before they broke into Samer’s house and arrested him again.

According to Ma’an, military forces detained 37 Palestinians in the occupied West Bank, earlier, as Israel’s massive arrest campaign continued for the 11th day.

Israel accuses Hamas of kidnapping three Israeli teenagers from the illegal Israeli settlement of Gush Etzion, near Bethlehem, though no evidence has actually been presented to determine that a kidnapping took place, let alone by Hamas.

Israeli military spokesman General Motti Almoz said, on Sunday, that all information indicates that the teenagers “are alive”.

Samer’s sister Shireen was arrested with their brothers Medhat and Shadi in March. They were not charged, but Israel has refused to release any details about their arrest, in line with behavior typical of the Administrative Detention policy.

Shireen’s detention has been extended by the Israeli court system three times, now, according to the PNN.

In January of 2013, brother Ahmad Issawi’s home was bulldozed.

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.