Se nemmeno Tel Aviv è la capitale d’Israele

2 OTT 2012

 (foto di Simone Giovanni Colombo per Falafel Cafè)

La città non capitale. E la non capitale. Tel Aviv. E Gerusalemme. Comunque la giri, ‘sta storia, via d’uscita non ce n’è. Perché se è vera l’una è vera pure l’altra. Ed è pure valido il contrario. Roba da mal di testa, insomma. «Però le cose stanno così», dice una commissione di teste pensanti. E c’è da crederci. O almeno da fare affidamento. Altrimenti, beh, si torna punto e a capo. Anche se, bisogna ammetterlo, la «sentenza» non sentenzia. Accontenta tutti. E scontenta, pure, tutti.

E allora. La Uk Press Complaints Commission – l’organismo britannico di autoregolamentazione della stampa e dell’informazione – ha detto la sua sull’ambiguità giornalistica che aleggia attorno allo status di Gerusalemme e sulla vera capitale d’Israele. Per il «Guardian», uno dei quotidiani più apprezzati nel mondo, la capitale è Tel Aviv. Affermazione che andava a correggere, lo scorso aprile, un articolo dello stesso giornale in cui c’era scritto che la capitale dello Stato ebraico era Gerusalemme. Il passo indietro – o di lato, se preferite – non è però piaciuto al gruppo filo-israeliano «Honest Report» (organizzazione che fa le pulci alla stampa). Che ha portato il caso alla Pcc.

Mai correzione fu più sfortunata, però. Almeno a leggere la decisione della commissione. Che ha scritto, lo scorso primo ottobre: «È sbagliato indicare Tel Aviv come capitale d’Israele e la pubblicazione» della frase «in modo inequivocabile rischia di fuorviare i lettori e mina il codice di condotta dei giornalisti». Codice di condotta che, ricorda la Pcc, chiede alla stampa «di avere cura a non pubblicare informazioni inaccurate, fuorvianti, distorte».

La commissione però non fa finta di nulla. E ammette le sue difficoltà. «Sappiamo che esiste un ampio dibattito sullo status di Gerusalemme ed è anche il motivo per cui la maggior parte delle ambasciate si trova a Tel Aviv», scrivono nella motivazione. «E infatti in un primo tempo questa commissione aveva deciso che il quotidiano non aveva violato il Codice indicando in Tel Aviv la capitale del Paese. Ma dopo la pubblica lamentela e nonostante i riferimenti usati dal giornale affermare in modo inequivocabile che Tel Aviv è la capitale d’Israele rischia di andare contro l’articolo 1 del Codice deontologico».

Resta, in tutto questa vicenda, una sola domanda. Per ora. Ma quindi, per i media britannici, la capitale dello Stato ebraico qual è?

© Leonard Berberi

http://falafelcafe.wordpress.com/2012/10/02/se-nemmeno-tel-aviv-e-la-capitale-disraele/

Contrassegnato con i tag: , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam