Se vogliamo la pace…

Posted on 15 settembre 2012

 

“Se vogliamo la pace, difendiamo la vita. Questa logica squalifica non solo la guerra e gli atti di terrorismo, ma anche ogni attentato alla vita dell’essere umano, creatura voluta da Dio” .  Sono le parole dette da Papa Benedetto XVI al suo arrive in Libano, accolto con gioia e tanta festa da tutti.  Non so se sulle televisioni  sono passate le immagini ma anche Hezbollah ha fatto striscioni di benvenuto e tante ragazze con il velo erano lungo la strada ad accogliere questo anziano pellegrino di pace e di dialogo in Medio-Oriente.

Questo significa una cosa : chi va’ incontro all’altro come uomo di pace e senza armi e’ sempre il benvenuto e sempre sara’ rispettato…chi se ne frega dell’incontro e usa la violenza delle armi e la mancanza di rispetto verso l’altro sara’ molto meno benvenuto e sicuramente meno rispettato.  Mi sembra cosi’ logica questa sintesi che mi viene da pensare che spesso dietro a quello che succede ed a quello che e’ successo ci sia qualcosa di altro, o meglio che ci sia qualcosa costruito ad arte. Sono i tempi in cui vengono fuori certi attacchi che ti fanno riflettere e ti fanno pensare male…

Condanniamo l’indignazione che si e’ trasformata in violenza ma anche qui, per capire quello che veramente succede, dobbiamo andare oltre quello che ci raccontano i giornali o telegiornali vari…provate a seguire gli ultimi post di Paola Caridi…sempre lei, forse l’unica voce intelligente su questi temi e queste zone (nel senso che sa’ andare dentro il problema e non lo affronta da ignorante come la maggior parte dei giornalisti italiani…). E’ una vergogna quello che raccontano certi giornalisti e ve lo dico per esperienza diretta nel mio piccolo angolo di mondo dove…la realta’ e’ sempre un altra !!!

Ma torniamo al Libano. Difendere la vita , come dice il Papa e’ il modo per costruire la pace. Di quale vita parla ? Io credo che non si riferisca solo a quella dei cristiani, ma parli anche di quella dei musulmani e degli ebrei. Ed e’ per questo che dobbiamo lottare per difendere ogni vita umana e dobbiamo indignarci quando qualcuno attenta alla vita di un altro.  Non possiamo solo indignarci  quando muore uno dei nostri o quando offendono Gesu’ o bruciano una ambasciata ma lo dobbiamo fare anche quando bombardano tutte le notti a Gaza, od offendono Maometto o uccidono migliaia di civili innocenti con i droni. Siamo tutti creature volute da Dio!!!

Per questo il Papa suggerisce l’incontro, il dialogo e il rispetto invece che lo scontro e la guerra come soluzione dei problemi.  Anche questa conclusione sembra cosi’ logica che fai fatica a capire come non ci siano altre voci come quella del Papa…ma forse davvero ci sono altri interessi piu’ forti ed allora e’ necessario alla causa gettare benzina sul fuoco ed e’ fondamentale scrivere quello che serve al potere. Ma occhio per davvero a questo fuoco perche’ se inizia a bruciare sul serio poi sara’ difficile da gestire ed allora saranno casini per tutti…indi per cui mi domando non e’ meglio seguire la parola del Pastore buono che semina pace, riconciliazione e perdono invece che quello dei mercenari vari che seminano odio e zizzania(Netanyahu, Obama, Romney, Fallaci, Nirestein, ecc… tanto per non fare nomi!)???

 

http://abunamario.wordpress.com/2012/09/15/se-vogliamo-la-pace/ 

 

 

Contrassegnato con i tag:

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam