Siria: ecco perché Kofi Annan getta la spugna

Giovanna Botteri   venerdì 3 agosto 2012 10:57

 L’inviato speciale dell’Onu ha annunciato che alla fine di luglio non vuole rinnovare il suo mandato. 

L’inviato speciale delle Nazioni Unite Kofi Annan con un drammatico annuncio, ha annunciato che alla fine di luglio non vuole rinnovare il suo mandato, mettendo fine a mesi di frustrazione e tentativi falliti in Siria. Ho fatto del mio meglio, ha detto parlando a Ginevra, ma la militarizzazione crescente del conflitto e l’evidente mancanza di unità del Consiglio di sicurezza hanno profondamente cambiato la natura della sua missione. Perché ha negato a chi tentatava la mediazione, la forza per costringere il regime siriano e la stessa opposizione a trattare, ha spiegato Annan in conferenza stampa, concludendo amaramente non posso essere solo io a volere la pace, più dei protagonisti, più del Consiglio di sicurezza o della comunità internazionale, che non mi ha dato il sostegno necessario.La Casa Bianca accusa del fallimento Mosca e Pechino, che con il loro veto hanno bloccato qualsiasi decisione. La Cia si sarebbe mossa autonomamente, offrendo ai ribelli supporto militari, e aumentando il supporto umanitario ai profughi. Il presidente russo Putin si è detto dispiaciuto delle dimissioni, ma ha continuato a sostenere la possibilità di una soluzione diplomatica del conflitto, anche rifiutando l’unica condizione posta da Annan. Per cui la transizione poteva significare una sola cosa. costringere Bashar el Assad ad andarsene.

http://www.globalist.it/Detail_News_Display?ID=31492&typeb=4&Loid=112&Siria-ecco-perche-Kofi-Annan-getta-la-spugna

Contrassegnato con i tag: , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam