Soldati israeliani sigillano la camera da letto dei palestinesi con fogli di metallo e filo spinato

0
307

tratto da: https://www.palestinechronicle.com/israeli-soldiers-seal-palestinians-bedroom-with-metal-sheeting-barbed-wire/

I soldati israeliani fissano lamiere alle finestre e appendono filo spinato all’interno della stanza di Nazmi Abu Bakr per impedire l’ingresso. (Foto: tramite Twitter)

Le forze israeliane hanno sigillato la camera da letto di un uomo palestinese sospettato di aver ucciso un soldato, ha riferito l’agenzia di stampa Wafa.

“La stanza è stata sigillata in seguito alla decisione della Corte Suprema che ha annullato l’ordine di demolizione emesso per la casa del terrorista”, ha detto l’esercito.

Nazmi Abu Bakr, 49 anni, è stato accusato di omicidio dopo che avrebbe fatto cadere un mattone sulla testa di un soldato israeliano che in seguito sarebbe morto.

L’incidente è avvenuto il 12 maggio, durante un raid israeliano di prima mattina nella città occupata di Ya’bad in Cisgiordania.

Invece di usare il cemento per sigillare la stanza, come riportato la scorsa settimana, i soldati hanno fissato delle lamiere sopra le finestre e appeso del filo spinato all’interno della stanza per impedire l’ingresso.

Secondo un parente, la famiglia di nove persone di Abu Bakr è attualmente senzatetto a causa dei danni alla loro casa e del pericolo per la salute che è il risultato diretto dell’azione dell’esercito.

Testimoni oculari hanno sottolineato che i soldati israeliani hanno occupato alcune case nel quartiere mentre la stanza veniva sigillata. Alcuni residenti locali sono stati aggrediti durante il processo.

(MEMO, PC, social media)

 

 

Israeli Soldiers Seal Palestinian’s Bedroom with Metal Sheeting, Barbed Wire

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.