South Hebron Hills: coloni armati di bastoni lanciano un attacco notturno su casa palestinese

0

https://palsolidarity.org/

17 giugno 2019 | International Solidarity Movement | South Hebron Hills, Palestina occupata

Coloni con il bastone provenienti dal famoso avamposto illegale di Havat Maon hanno cercato di attaccare una casa palestinese due notti fa nel villaggio di At-Tuwani, nelle South Hebron Hills – l’ultimo di una serie di attacchi contro la stessa casa.

Le forze di occupazione tentano di arrestare i palestinesi fuori dalla casa di At-Tuwani

Gli aggressori sionisti correvano verso una casa il 15 giugno, appartenente alla famiglia Rabai, con i bastoni ma si sono ritirati dopo che i bambini che giocavano nelle vicinanze chiamarono i loro genitori.
Il gruppo di circa 8 coloni è stato visto riattraversare la fila di alberi che circondano l’insediamento illegale, situato a soli 300 metri dalla casa palestinese.

A causa della stretta vicinanza della casa Rabai con l’avamposto, devono affrontare attacchi costanti, con i coloni che spesso rompono le finestre e attaccano persino i membri della famiglia.
Un membro della famiglia Rabai ha detto all’ISM che ha dovuto sostituire le finestre almeno cinque volte.
Le forze di occupazione, chiamate dai coloni, hanno marciato verso la casa poco dopo l’incidente, sostenendo che 49 palestinesi hanno attaccato gli aggressori con pietre.
Tuttavia, non solo era chiaro che i palestinesi non avevano iniziato l’assalto, era anche chiaro che non c’erano da nessuna parte 49 abitanti del villaggio sul posto.
Quattro soldati dell’IDF hanno cercato di entrare ma sono stati prevenuti dalla presenza di altri abitanti del villaggio, attivisti locali e osservatori internazionali.
Alla fine i soldati se ne sono andati senza arresti. Tuttavia, la famiglia Rabai chiese agli ISMer di rimanere sul tetto fino al mattino, nel caso in cui i soldati fossero tornati a arrestare qualcuno nel cuore della notte.
I soldati non sono tornati in casa ma sono stati visti fare pattuglie fino alle prime ore del mattino.
La casa della famiglia è la casa più vicina fra At-Tuwani, un villaggio di 350 persone, e l’avamposto di Havat Ma’on, rendendolo un obiettivo primario per i 40 coloni particolarmente violenti che vivono lì.

La casa della famiglia Rabai con Havat Maon, un avamposto illegale sullo sfondo

Un membro della famiglia, che preferisce non essere nominato, ha detto all’ISM che i coloni avevano già lanciato pietre contro sua madre e sua moglie mentre trasportavano il loro bambino.
‘La mia casa non può mai essere vuota’, dice all’ISM. “Mia figlia sta piangendo nel mezzo della notte, se vede il fucile di un soldato grida, ‘ci uccideranno, ci uccideranno!’
In passato, i coloni avrebbero cercato di attaccare la casa ogni giorno. La famiglia Rabai deve essere costantemente all’erta. “Tengo i miei vestiti e le mie scarpe pronti sotto il mio letto”, ha detto a ISM durante l’incidente.
At-Tuwani e i villaggi circostanti sono stati terrorizzati dai coloni di Havat Ma’on e da altri avamposti illegali – così come dai soldati che li proteggono – per 20 anni. Ma nonostante l’uso di tattiche viziose per spaventare i palestinesi ad andarsene, tra cui avvelenare le loro pecore e l’approvvigionamento idrico e picchiare contadini e osservatori internazionali, gli abitanti del villaggio hanno mantenuto la loro posizione.

 

 

 

South Hebron Hills: coloni armati di bastoni lanciano un attacco notturno su casa palestinese

South Hebron Hills: coloni armati di bastoni lanciano un attacco notturno su casa palestinese

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.