Archivio per il Tag: ‘Tahrir’

  • #FreeAlaa. Per una intera generazione (0)

    14/6/14 • Primo Piano

    admin | June 13th, 2014 – 6:19 pm “Scrivo di una generazione che ha combattuto senza disperazione e senza speranza, che ha vinto solo piccole vittorie e che non è stata scossa da grandi sconfitte, perché questo era l’ordine naturale delle cose. Una generazione le cui ambizioni erano più limitate delle ambizioni di coloro che […]

  • Di matrimoni, nascite, e pubblico-privato (0)

    16/7/12 • Primo Piano

    admin | July 16th, 2012 – 9:47 pm http://invisiblearabs.com/?p=4778 Scusate l’assenza, ma ogni tanto l’astinenza dal flusso virtuale dei pensieri è salutare. Magari si può fare giardinaggio con la stessa serietà… E tanto per rimanere su temi che all’apparenza hanno poco a che fare con geopolitica e considerazioni di alta politica mediorientale, vorrei far riflettere […]

  • Quello che si vede da un traliccio. O da un palo della luce (0)

    28/2/12 • Primo Piano

    admin | February 28th, 2012 – 12:22 pm  http://invisiblearabs.com/?p=4382 Questo ragazzo si era arrampicato su uno degli altissimi pali della luce che si trovano a piazza Tahrir, nel cuore del Cairo. Novembre 2011, quando Tahrir è stata di nuovo il teatro dello scontro tra gli attivisti e le forze di sicurezza. Il ragazzo sul palo […]

  • Il nuovo bersaglio: Mohamed Hashem – update (0)

    20/12/11 • Primo Piano

    admin | December 20th, 2011 – 6:21 pm http://invisiblearabs.com/?p=4087 Anche lui, al Cairo, è diventato un bersaglio. Mohammed Hashem, lo storico fondatore della casa editrice Dar Merit. Il governo appena designato dalla giunta militare avrebbe ordinato il suo arresto, dice Hashem, che ha dato incarico al suo avvocato – a sua volta – di denunciare i […]

  • Da Havel a Tahrir. Il potere dei senza potere (0)

    19/12/11 • Primo Piano

    admin | December 19th, 2011 – 10:42 am http://invisiblearabs.com/?p=4082 Per chi ha amato l’Europa dell’est che diede vita alla rivoluzione del 1989, Vaclav Havel era l’autore del Potere dei senza potere, il samiszdat che segnò una intera generazione di dissidenti. Da Varsavia a Praga, passando per Budapest. Per chi ha amato la grande cultura dell’opposizione politica […]

  • Ma quali “contro rivoluzionari” d’Egitto… (0)

    17/12/11 • Primo Piano

    admin | December 17th, 2011 – 6:05 pm http://invisiblearabs.com/?p=4068 Difficile credere che sheikh Emad Effat fosse un ‘controrivoluzionario’. Come, invece, vorrebbe far credere il premier egiziano Ganzouri, l’ultimo designato dalla giunta militare che – ormai con pugno di ferro – sta governando l’Egitto del post-Mubarak. Ganzouri oggi ha detto che chi ieri era sulla via […]

  • E’ l’islam politico, bellezza… (1)

    3/12/11 • Primo Piano

    admin | December 3rd, 2011 – 7:40 pm http://invisiblearabs.com/?p=3995 In principio fu la vittoria di Hamas nel gennaio 2006. E non la vittoria del FIS algerino di 14 anni prima. Il (parziale) successo dei Fratelli Musulmani nel primo turno delle defatiganti e lunghe elezioni egiziane non va legato a quello che è successo nel 1991-92 […]

  • Cronache da Tahrir, ultima parte. L’inizio della fine (0)

    2/12/11 • Primo Piano

    2 dicembre 2011 – 17:39 I nostri hanno di nuovo affollato la grande piazza per manifestare contro i militari; e gli altri dell’ancien régime, in una piazza più piccola per poterla riempire, hanno manifestato a favore. Come una settimana prima, come se nel frattempo non ci fossero state le elezioni, come se il fatto nuovo […]

  • Cibo per la mente (0)

    2/12/11 • Primo Piano

    admin | December 2nd, 2011 – 6:42 pm http://invisiblearabs.com/?p=3991 Aspetto i risultati ufficiali in Egitto, previsti per questa sera, per scrivere quello che penso: niente di eclatante, solo qualche puntualizzazione sull’islamismo e sul buon successo (non del tutto sorprendente…) dei partiti salafiti. A domattina, dunque, per qualcosa di più ragionato. Intanto, nel frattempo, se non […]

  • Cronache da Tahrir, parte terza. L’Islam (0)

    1/12/11 • Primo Piano

    30 novembre 2011 – 18:16 Ci vorranno settimane per conoscere il risultato chiaro e definitivo delle presidenziali. L’Egitto non è “semplice” come la Tunisia e il Marocco, dove in pochi giorni hanno scrutinato tutto e proclamato il vincitore. Qui gli elettori sono più di 50 milioni; e i militari hanno dettato regole elettorali complicate per […]