TAREK ERA IN PALESTINA IN VACANZA. UNA VACANZA CHE RICORDERA’ PER TUTTA LA VITA

705

sabato 5 luglio ore 9.14


1

APPELLO URGENTE: Partecipate all’udienza del bambino palestinese-americano Tarek Abu Khdeir , domenica, per protestare contro il suo violento pestaggio in Shofat da agenti di polizia israeliani sotto copertura

4 luglio 2014, Ramallah Occupata- Addameer è profondamente preoccupato per i continui e intensificati attacchi sui bambini palestinesi, in particolare nella zona di Gerusalemme, come punizione per la scoperta dei corpi di tre coloni a Hebron dopo la loro scomparsa il 12 giugno.

L’attacco più recente è il bambino palestinese-americano Tarek Abu Khdeir, di 15 anni, che è stato brutalmente picchiato nel cortile della casa di suo zio da due agenti di polizia israeliani infiltrati in Shofat la notte scorsa. Tarek è un cittadino degli Stati Uniti della Florida che sta visitando la Palestina in vacanza.

(Foto fornite e pubblicate con il consenso della famiglia Abu Khdeir.)

Il 3 luglio, intorno alle 20:00, Tarek è stato brutalmente picchiato, soprattutto in faccia e alla testa, e arrestato senza motivazioni o accuse portate contro di lui. E ‘stato condotto alla stazione di polizia nonostante le richieste della sua famiglia che fosse trattato con urgenza in un ospedale per le ferite riportate. Secondo il padre di Tarek, la polizia israeliana ha ritardato il trattamento per circa 5 ore fino alle 01:20, quando fu trasferito all’ Hadassa Hospital. Alla famiglia è stato negato l’accesso a Tarek fino al suo ricovero in ospedale.

Nessun onere o accusa sono stati portati contro Tarek, eppure nonostante la sua giovane età e il trattamento illecito, la sua detenzione è stata prorogata fino alla mattina di domenica 6 luglio nel tribunale di prima istanza a Gerusalemme.

Tarek è uno dei 11 palestinesi che sono stati picchiati e arrestati in Shofat la scorsa notte a seguito del brutale omicidio del ragazzo di 16 anni Mohammad Abu Khdeir, che è stato trovato picchiato e bruciato sulle rovine del villaggio distrutto palestinese di Deir Yassin ore dopo essere stato rapito in un atto di punizione. Il governo israeliano ha stabilito un ordine bavaglio per quanto riguarda le circostanze del rapimento e dell’omicidio di Mohammad.

La violenza statuale continua contro i bambini è illegittima e inaccettabile.

Addameer sollecita un’azione immediata e invita le Nazioni Unite, il Comitato internazionale della Croce Rossa, il consolato degli Stati Uniti e tutte le ambasciate e consolati, le organizzazioni per i diritti umani e i giornalisti a partecipare all’udienza di Tarek Abu Khdeir domenica 6 luglio, e a indagare sull’aggressione intensificata regionale contro i bambini palestinesi.

L’audizione si terrà domenica 6 luglio, nella mattinata presso il Tribunale di prima istanza di Gerusalemme, vicino alla municipalità di Gerusalemme e al Russian Compound. Per informazioni, si prega di contattare: info@addameer.ps

 

Tratto da:  Il Popolo Che Non Esiste

………………………………………………………..

ARTICOLO ORIGINALE

http://www.addameer.org/etemplate.php?id=706

URGENT APPEAL: Attend Palestinian-American child Tarek Abu Khdeir’s court hearing on Sunday to protest his violent beating in Shofat by undercover Israeli police agents

4 July 2014, occupied Ramallah – Addameer is deeply concerned about the continued and intensified attacks on Palestinian children, especially in the Jerusalem area, as retribution for the discovery of the bodies of three settlers in Hebron after their disappearance on 12 June.
The most recent attack is on Palestinian-American child Tarek Abu Khdeir, aged 15, who was brutally beaten in the yard of his uncle’s home by two undercover Israeli police agents in Shofat last night. Tarek is a United States citizen from Florida who is visiting Palestine on holiday.
 
Photos provided and published with consent from the Abu Khdeir family.
On 3 July, around 8pm, Tarek was brutally beaten, primarily in his face and head, and arrested without any charges or accusations brought against him. He was taken to a police station despite his family’s requests that he be urgently treated at a hospital for his injuries. According to Tarek’s father, the Israeli police delayed treatment for about 5 hours until 1:20AM, when he was transferred to Hadassa Hospital. The family was denied access to Tarek until his hospitalization.
No charges or accusations have been brought against Tarek, yet his despite his young age and unlawful treatment, his detention has been extended until the morning of Sunday 6 July in the Court of First Instances in Jerusalem.
Tarek is one of 11 Palestinians who were beaten and arrested in Shofat last night following the brutal murder of 16-year old child Mohammad Abu Khdeir, who was found beaten and burned on the ruins of Palestinian destroyed village Deir Yassin hours after he was kidnapped in a retribution act. The Israeli government has instated a gag-order regarding the circumstances of Mohammad’s kidnapping and murder.
The continued state-sanctioned violence against children is unlawful and unacceptable.
Addameer urges immediate action and calls on the United Nations, the International Committee of the Red Cross, the United States consulate and all regional embassies and consulates, human rights organizations and journalists to attend Tarek Abu Khdeir’s hearing on Sunday 6 July to investigate the intensified aggression against Palestinian children.
The hearing will be held on Sunday 6 July in the morning at the Court of First Instances in Jerusalem, next to the Jerusalem Municipality and Russian Compound. For inquiries, please contact: info@addameer.ps

Quest'opera viene distribuita con Licenza Creative Commons. Attribuzione - Non commerciale - Condividi allo stesso modo 3.0 Italia.

SHARE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.