Tensione tra Anp e comitato pro-detenuti per arrivo Trump a Betlemme

19 mag 2017

Le autorità,  riferiscono fonti locali a Nena News, avrebbero chiesto al comitato di sostegno allo sciopero della fame in corso nelle carceri israeliane di rimuovere il presidio davanti alla Chiesa della Natività che sarà visitata dal presidente americano

 
presidio

Betlemme. Il presidio a sostegno dei detenuti palestinesi in Piazza della Mangiatoria (foto Michele Giorgio)

della redazione

Betlemme, 19 maggio 2017, Nena NewsL’arrivo di Donald Trump il 23 maggio a Betlemme, dove il presidente americano incontrerà il leader dell’Autorità nazionale palestinese (Anp) Abu Mazen, sta provocando tensioni tra il governo palestinese e il locale comitato popolare di sostegno allo sciopero della fame che da oltre un mese attuano circa 1500 detenuti politici per ottenere migliori condizioni di vita nelle carceri israeliane su appello del leader del partito Fatah in Cisgiordania, Marwan Barghouti, che sconta una condanna a cinque ergastoli.

Fonti locali hanno riferito a Nena News che l’Anp ha chiesto di rimuovere il presidio permanente pro-detenuti sulla Piazza della Mangiatoia, davanti alla Chiesa della Natività di Betlemme, in occasione dell’arrivo di Trump. Si tratta di uno dei presidi più noti e frequentati tra quelli che sono stati allestiti nell’ultimo mese in Cisgiordania e Gaza per discutere e manifestare appoggio alla protesta nelle prigioni.

Il comitato locale in sostegno ai prigionieri politici ha respinto la richiesta e spiegato che proprio l’arrivo di Trump dovrà essere una occasione per spiegare al presidente americano la situazione dei circa 6.500 palestinesi reclusi in Israele.

  Le stesse fonti annunciano che il 23 maggio sarà proclamato uno sciopero generale in tutto il distretto di Betlemme per esprimere disapprovazione nei confronti delle politiche dell’Amministrazione americana “a sostegno di Israele e contro i diritti dei palestinesi”.

Intanto salgono tensione e proteste per l’uccisione ieri a Huwwara, a qualche chilometro da Nablus, di un giovane, Moataz Tayeh, 23 anni di Beita, colpito dagli spari di un colono israeliano che transitava in quella zona, durante una manifestazione in solidarietà con i detenuti politici palestinesi. Testimoni palestinesi hanno raccontato che il colono si è fermato e dalla sua automobile raggiunta da alcune pietre e ha fatto fuoco uccidendo Tajeh e ferendo ad un braccio un giornalista palestinese, Majed Mohammad, dell’agenzia americana Associated Press.

Muataz Tayeh, 23 anni, ucciso ieri a HuwaraMuataz Tayeh, 23 anni, ucciso ieri a Huwara

Un filmato diffuso dall’agenzia Ramallah News tuttavia conferma solo in parte questa versione poiché mostra una folla di dimostranti che, ad un certo punto, circonda l’automobile del colono, colpendola con pietre e calci, mentre una pattuglia militare israeliana giunge in zona sparando e lanciando candelotti lacrimogeni che disperdono la folla. Secondo un’altra versione Moataz Tajeh, potrebbe essere stato raggiunto da un proiettile sparato dai soldati. Il colono da parte sua sostiene di aver sparato solo in aria per “salvarsi da un linciaggio”.

Due giorni fa un fatto simile era accaduto a Silwad (Ramallah) dove un altro colono aveva sparato e ferito gravemente un giovane palestinese che aveva lanciato sassi contro la sua automobile. Il colono è stato fermato e subito rilasciato dalla polizia perché “avrebbe agito per difendersi”.

Intanto l’esercito israeliano ha annunciato di aver arrestato la scorsa notte in Cisgiordania l’autista di una ambulanza palestinese che ieri ad Huwara avrebbe bloccato, di proposito secondo i militari, la strada impedendo al colono di fuggire con la sua automobile, e quello dell’autobus usato per portare ad Huwara i dimostranti pro-sciopero dei detenuti   Nena News

GUARDA IL VIDEO GIRATO DA RAMALLAH NEWS IERI AD HUWARA

https://www.facebook.com/RamallahNewsOfficialPage/videos/1518175891590179/

 

Tensione tra Anp e comitato pro-detenuti per arrivo Trump a Betlemme

http://nena-news.it/tensione-tra-anp-e-comitato-pro-detenuti-per-arrivo-trump-a-betlemme/

Contrassegnato con i tag: , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam