Umm Al Kher: i residenti devono affrontare tutti i giorni le molestie dei soldati e dei coloni israeliani

AGOSTO 4, 2013 AT 10:11 AM

Since the end of May, when Israeli settlers from Karmel built a shelter and planted trees on a Palestinian-owned hill to take possession of it, Bedouin inhabitants of the South Hebron Hills village of Umm Al Kher have faced daily harassment from Israeli settlers and soldiers. If initially the situation was seemingly harsher, with arrests and incursions into the village, the harassments have now became a daily occurrence.

Bedouin shepherds are still not allowed to pass with their flocks on the hill that leads them to the land where they graze their sheep each day, a hill for which no official document exists stating that is not private land owned by Palestinians. Israeli soldiers stand every morning under the shelter built on the hill to ensure Palestinians pass around and do not cross the hill. Tension is always higher on Saturdays, with the presence of Israeli police, settlers and more soldiers than usual. Bedouin shepherds accordingly require Israeli or international activists to accompany them each Saturday as they lead their flocks back to the village.

The inhabitants of Umm Al Kher will object to the new plan of the Israeli government to build 80 new housing units in the Karmel settlement, a plan currently pending approval.

Da quando, alla fine di maggio, i coloni israeliani di Karmel hanno costruito una tettoia e piantato alberi d’ulivo su una collina di proprietà palestinese per impossessarsene, gli abitanti beduini del villaggio di Umm Al Kher (colline a sud di Hebron) hanno dovuto affrontare soprusi quotidiani da parte di esercito e coloni. Se inizialmente la situazione poteva sembrare più grave, con arresti e incursioni nel villaggio, l’ingerenza da parte dell’esercito israeliano è ora divenuta una realtà quotidiana.

Ai pastori beduini è ancora proibito passare con le proprie greggi sulla collina che conduce alla terra su cui pascolano ogni giorno. Nessun documento ufficiale afferma che quella collina non è proprietà privata palestinese. Eppure, dei soldati israeliani si posizionano ogni mattina sotto la tettoia costruita sulla cima della collina per controllare che i palestinesi passino intorno e non attraversino la collina. Di sabato la tensione è sempre maggiore, con la costante presenza di polizia, coloni e più soldati rispetto al solito.

Gli abitanti di Umm Al Kher sono intenzionati a presentare un’obiezione al piano di costruzione dell’attuale governo israeliano per 80 nuove unità abitative nella colonia del Karmel, piano in attesa dell’approvazione finale.

 
immagine1
 immagine2

http://tuwaniresiste.operazionecolomba.it/?p=2518

 

Contrassegnato con i tag: , , , ,

Articoli Correlati

Invia una Risposta

Attenzione: la moderazione dei commenti è attiva e questo può ritardare la loro pubblicazione. Non inoltrare più volte lo stesso commento.

Protected by WP Anti Spam